Connettiti con noi

Calciomercato

Calemme (AS) a MN24: «Brahim Diaz, il Milan vuole rinnovare il prestito»

Pubblicato

su

In esclusiva ai nostri microfoni, Mirko Calemme ha rilasciato qualche dichiarazione su Brahim Diaz e tanto altro sul mercato del Milan

Brahim Diaz ed il suo futuro al Milan, l’offerta a Lucas Vazquez ed il sogno Vlahovic. Sono solo alcuni dei temi caldi del calciomercato rossonero di cui abbiamo parlato in esclusiva con Mirko Calemme, giornalista del quotidiano spagnolo AS. Ecco le sue dichiarazioni ai nostri microfoni.

Uno dei nomi principali accostati al Milan è quello di Lucas Vazquez. Ad oggi che sviluppi ci sono sulla trattativa e quante possibilità ci sono di vederlo l’anno prossimo in rossonero?

«Bisogna aspettare perché il giocatore ha ricevuto la proposta di rinnovo da parte del Real Madrid. La pista Milan esiste ed è anche la più concreta nel caso in cui non dovesse chiudersi il prolungamento con i Blancos. Bisogna chiaramente aspettare la sua decisione, che non credo avverrà prima della fine della Liga.»

Una conferma di Brahim Diaz per la stagione prossima fino a qualche settimana fa non sembrava essere nei piani del Milan. La grande prestazione contro la Juventus può aver fatto cambiare idea alla dirigenza?

«Il Milan vuole puntare ancora su Brahim Diaz. Non è un titolare ma quando è sceso in campo spesso ha fatto la differenza, è molto giovane, a Milano sta benissimo ed è un elemento positivo per lo spogliatoio quindi tenteranno di prolungare il prestito. Sarebbe una soluzione buona per tutte le parti perché l’anno prossimo il ragazzo non avrebbe tanto spazio al Real. Con l’eventuale Champions League avere la sua qualità a disposizione può fare la differenza anche in un big match come abbiamo visto contro la Juventus»

Chi invece è nella lista dei papabili partenti è Castillejo, di cui si vocifera di un ritorno in Liga. Al momento ci sono squadre interessate al giocatore e si è già registrata qualche offerta o per ora siamo solo ai sondaggi?

«Ci sono molte squadre interessate a Samu Castillejo però il giocatore a Milano sta bene ed è felice, quindi c’è da convincerlo a cambiare idea e cercare più spazio altrove. Adesso è presto ma ha diversi club sulle sue tracce in Spagna»

In casa Napoli c’è Elseid Hysaj in scadenza di contratto e spesso accostato al Milan. I rossoneri potrebbero farci un pensierino?

«Per Hysaj un tentativo è già stato fatto, a parametro zero è un acquisto assolutamente di valore perché al Napoli si è dimostrato essere molto utile. Vediamo, il suo agente sta valutando varie proposte»

Destinato ad essere uno dei grandi nomi del prossimo mercato, su Vlahovic negli ultimi giorni si è parlato anche di Real Madrid. Può confermare questa voce e, se fosse così, per il Milan diventerebbe un’utopia prenderlo data questa concorrenza?

«Credo che Vlahovic piacerà presto a tante big d’Europa, non so se al Real che per l’attacco ha due soli nomi in mente che sono Haaland e Mbappé. Personalmente lo reputo molto difficile per il Milan in questo momento a meno che i rossoneri non decidano di fare subito una proposta importante alla Fiorentina, cosa che al momento non mi risulta sia stata fatta»

In Italia la discussione intorno alla SuperLega ha toccato anche i piani federali del calcio che proprio oggi con Gravina si è nuovamente espresso sulla Juventus e Agnelli. In Spagna la posizione di Florentino Perez è simile? Il presidente del Real si è sentito tradito dai club che, come il Milan, si sono accordati con UEFA?

«La posizione di Florentino Perez in Spagna è simile a quella di Andrea Agnelli in Italia, ha avuto contro tutta la Liga da subito. Si è sentito tradito ovviamente, mi sembra logico, d’altronde il comunicato che hanno pubblicato Real Madrid, Juventus e Barcellona parla di posizioni incoerenti da parte degli altri nove club della Superlega. Adesso non è ancora chiaro fino a che punto si spingeranno in questa battaglia che ormai vede solo loro tre contro tutti.»

Advertisement