Calciomercato Milan, un tesoro in arrivo dalle cessioni

Fassone
© foto www.imagephotoagency.it

Le cessioni porteranno un grande budget nelle casse rossonere. Ecco a quanto potrebbe ammontare il tesoretto

Mentre Marco Fassone e Yonhgong Li cercano nuovi soci e finanziatori per saldare il debito con Elliott e garantire un solido futuro alla società, si avvicina l’inizio del calciomercato. Con un budget al momento limitato l’unica risorsa per i nuovi acquisti sono le cessioni. Ciò non significa snaturare la squadra perché il Milan può ricavare un tesoretto anche semplicemente vendendo gli esuberi e i “bocciati” di questa stagione. In altri termini, non è necessario privarsi di Suso e Donnarumma per potenziare la rosa di Gennaro Gattuso.

CESSIONI – Il primo nome sulla lista dei partenti è quello di Nikola Kalinic. L’agente del croato ha già comunicato la decisione del proprio assistito di lasciare Milano al fine della stagione, i rossoneri hanno sottolineato di voler ricavare dall’operazione 20 milioni. Tomislav Erceg sta proponendo l’attaccante anche in Cina, probabile che a breve arrivi qualche offerta anche se inferiore alle richieste dei milanisti: nella prossima estate si può ricavare un cifra vicina ai 15 milioni.

ANDRE’ SILVA – Il portoghese, nonostante le smentite di facciata, è sul mercato. Jorge Mendes ha già parlato con Fassone e Mirabelli e ha avviato i dialoghi con il Monaco. L’ex Porto ha estimatori anche in Russia (Zenit e Cska Mosca) oltre che in Premier League: probabile che le conoscenze e la bravura di Mendes permetteranno ai rossoneri di recuperare i 40 milioni investiti lo scorso luglio.

ALTRI ESUBERICarlos Bacca può essere riscattato dal Villarreal per circa 18 milioni (come d’accordo) ma gli spagnoli giocheranno al ribasso con possibile chiusura sui 10-12 milioni. Anche Musacchio e Gustavo Gomez dovrebbero lasciare Milanello, il primo verso un ritorno in Spagna mentre il secondo diretto in Argentina per un incasso complessivo sui 15 milioni di euro.

INCERTI – Ci sono poi una serie di situazioni incerte, a partire dal futuro di Manuel Locatelli che è stato richiesto dalla Fiorentina. Ignazio Abate e Riccardo Montolivo, invece, dovrebbe concludere la propria esperienza in maglia rossonera sgravando la società di due ingaggi pesanti figli della vecchia gestione.

In totale il tesoretto rossoneri derivato dalle cessioni potrebbe aggirarsi intorno ai 100 milioni anche senza gli adii di Suso e Donnarumma. Un budget che permeterebbe al Milan di puntare ad un paio di top player.

 

Articolo precedente
BigliaMilan, parla Lucas Biglia: «voglio giocare le ultime due partite di campionato»
Prossimo articolo
BerlusconiBerlusconi: «Mi ricompro il Milan». Ennesima trovata elettorale del Cavaliere