Uefa, niente squalifica per Welbeck e Wenger

Wenger
© foto www.imagephotoagency.it

Il massimo organo calcistico europeo ha deciso di non squalificare Welbeck e Wenger, non ritenendo nessuna irregolarità commessa dai due

La Uefa, secondo il Sun, ha deciso di non squalificare Welbeck e l’allenatore francese Wenger. Il giocatore inglese rischiava fino a quattro giornate di squalifica per il tuffo contro il Milan, il massimo organo calcistico europeo ha deciso di non squalificarlo perché ritiene che non ci siano state delle irregolarità nel gesto. Quindi addio al respect tanto professato nelle pubblicità che precedono un evento della Uefa.

IL TUFFO – Il gran goal di Calhanoglu aveva riaperto la qualificazione, ma il tuffo dell’attaccante inglese ha tratto in inganno l’assistente di porta che ha convinto il signor Ericksson ad assegnare il calcio di rigore per l’Arsenal. Rigore che ha deciso le sorti della partita, condannando il Milan all’eliminazione. Un gesto antisportivo che meritava sicuramente di essere sanzionato con una squalifica, il giocatore non è nemmeno stato multato.

LE PAROLE DI WENGER – Al termine della partita hanno fatto scalpore le dichiarazioni rilasciate da Wenger. L’allenatore dei Gunners ha dichiarato che non aveva visto se l’attaccante inglese si fosse buttato, dichiarando anche che il giocatore aveva fatto bene a buttarsi in area di rigore. Dichiarazioni che stridono con la parola “rispetto”, meritevole anche lui di una squalifica.

Articolo precedente
André SilvaIl riscatto di André Silva, da flop a top
Prossimo articolo
Dalla Uefa niente squalifica per Welbeck, ora dategli anche il premio Fair Play