Taglio stipendi in A, l’avv. Luca Ferrari: «I giocatori saranno ragionevoli»

© foto Mg Milano 13/02/2020 - Coppa Italia / Milan-Juventus / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: esultanza gol Cristiano Ronaldo

Luca Ferrari, noto avvocato dello studio legale Whiters, ha espresso la sua idea riguardo il taglio degli stipendi in A: i dettagli

Il Corriere della Sera in edicola oggi ha riportato le interessanti dichiarazioni dell’avvocato dello studio legale Whiters Luca Ferrari, il quale assiste persino il tecnico del Liverpool, Jurgen Klopp. L’avvocato ha trattato un argomento tornato d’attualità in questi giorni riguardante il taglio degli stipendi da concordare in Lega ai giocatori di Serie A.

Ecco, nel dettaglio, le sue dichiarazioni: «La riduzione degli stipendi deve essere una misura concordata, altrimenti il club deve ricorrere al giudice. I giocatori comunque saranno ragionevoli. Va tenuto conto della regola generale contenuta nel nostro codice civile, in ipotesi di impossibilità della prestazione. Sia chiaro: siamo di fronte a un’impossibilità temporanea e parziale, dato che i calciatori devono mantenersi in condizione e rimanere a disposizione del club. Se le parti non trovano un’intesa, la legge prevede la possibilità di una riduzione proporzionale dei compensi, ma rimette la decisione al giudice (così, in linea di principio, anche per l’eccessiva onerosità sopravvenuta)».

La questione verrà risolta nei prossimi giorni tenendo conto del fatto che, una possibile riduzione del 30% degli stipendi elargiti ai calciatori, porterebbe un risparmio alla Serie A di ben 465milioni di euro.