Stadio Meazza, Milan ed Inter verso una risoluzione storica: accordo molto vicino

san siro
© foto www.imagephotoagency.it

Sta per risolversi la questione stadio Giuseppe Meazza, Milan ed Inter si trovano di fronte ad una proposta molto difficile da rifiutare

La questione Meazza torna a far luce su Milan ed Inter, mai così vicine in merito alla “problematica” stadio come in questo preciso periodo storico. Secondo quanto riportato da Gazzetta dello Sport, il passaggio di proprietà in casa Milan e il susseguente rinnovamento della dirigenza riaprono di fatto i canali di comunicazione fra i due club, canali che invece si erano chiusi durante la precedente gestione, capeggiata da Yonghong Li. Per quanto riguarda l’Inter, proprio a causa dell’interruzione di comunicazione, si era parlato di un progetto in solitaria a San Siro, oggi si è tornati invece a parlare con il  Milan di una gestione futura in coabitazione.

COSA ACCADE ORA- Per arrivare ad una soluzione che soddisfi entrambe, si tratterà col comune per una concessione (cessione del diritto di superficie) valida 99 anni: non si potrà parlare tecnicamente di “stadio di proprietà”, dato che dopo un secolo appunto lo stadio tornerebbe al comune ma di fatto è come se lo fosse.

SITUAZIONE ATTUALE- Inter e Milan ad oggi sono in affitto e recentemente è stato approvato dal Comune un intervento di manutenzione ordinaria e straordinaria per una cifra pari a  15 milioni di euro. Nelle prossime settimane i dirigenti dei due club si incontreranno per definire un piano condiviso con cui presentarsi al tavolo delle trattative con Palazzo Marino. Con il Comune di Milano aperto a questo tipo di soluzione (il che è già una grande vittoria), tuttavia rimane in oggetto (non da poco) la trattativa sul costo della concessione quasi secolare.

ATTENZIONE AI BILANCI- Inter e Milan che dovranno anche fare i conti con i rispettivi bilanci, sarebbero pronte a convivere e a gestire insieme il Meazza, affrontando i lavori di rinnovamento per renderlo un impianto moderno, all’altezza dei maggiori club europei.  La situazione si è sbloccata rispetto al recente passato ma ora la domanda sorge spontanea: Stadio nuovo definitivamente in archivio?

E LO STADIO NUOVO?- Dunque sembra tramontare definitivamente l’idea dello stadio nuovo, tanto ricercata quanto osannata dai più grandi sognatori, meravigliati dagli effettivi introiti, ricavati da un edificio di proprietà. C’è poi il senso di appartenenza, quello è imbattibile, oltre al fascino di sentire lo stadio come fosse realmente la propria casa. il Meazza se vogliamo è tutto questo, conserva storia e ricordi, da condividere con l’Inter, è vero, ma è pur sempre casa e nessuno sembrerebbe disposto a mollarlo.

Articolo precedente
Portogallo-Italia, Mancini ci prova cambiando molto: ok Donnarumma, c’è Bonaventura
Prossimo articolo
Milan PumaMilan lab, da Giugno senza Tognaccini: che differenza tra le due precedenti gestioni