Rassegna Domenica 18 Agosto: Milan, che fatica!

Stampa Rassegna
© foto @Twitter

Rassegna stampa di Domenica 18 Agosto 2019: ecco le prime pagine di Gazzetta dello Sport, Corriere dello Sport e TuttoSport

GAZZETTA DELLO SPORT RASSEGNA

Rassegna stampa, Roberto Mancini al centro della prima pagina della rosea con un’intervista dedicata alla prima giornata di campionato della prossima settimana: Mancini dà le carte. In taglio il calciomercato con l’Inter ora direzionata verso Alexi Sanchez: scatto nerazzurro, Marotta tratta il cileno “meraviglia” con il Manchester. Inter Maravilla. Chiusura vicina per Sanchez! Soldi e Milik per Icardi. Juventus, a Trieste goal capolavoro dell’argentino che esulta indicando la maglia: 1-0. Dybala altro show. Juve ed ora? Paulo ancora protagonista vuole restare, la società aspetta offerte. La Roma vince 3-1, il Milan delude 0-0 a Cesena, Giampaolo: “C’è tanto lavoro da fare”.

CORRIERE DELLO SPORT

Icardi sulla prima pagina centrale del Corriere: il Napoli la soluzione più logica, la Juve ancora bloccata. Icardi, si chiude. Per Maurito ormai è corsa a due. De Laurentiis prepara il rilancio con 60 milioni, Agnelli ritenta lo scambio con Dybala mentre Marotta aspetta, riflette ed intanto blocca Sanchez. Amichevoli: fanta Joya, goal per Sarri. Dzeko fa festa. Taglio alto, Balo ci riprova: accordo col Brescia di Cellino. Un anno a 1,5 milioni più bonus. Super Mario torna nella sua città e vuole ritrovare la nazionale.

TUTTOSPORT

Il ricordo di Felice Gimondi al centro della prima pagina di Tuttosport: il nostro Gimondi. Dall’autobiografia di Felice. Il papà emigrato in Brasile, il dolore per Pantani e le telefonate senza risposta: “Marco ha pagato troppo”. Domani i funerali a Paladina (Bergamo). Colonna di destra, Inter: ultimatum, il Napoli ad Icardi. “Ora deciditi”. Milan, senza reti a Cesena: Sos. Questo Piatek non segna più. Colonna di sinistra: verso la sfida di Giovedì, Eurotoro, 13mila biglietti venduti in 48 ore. Brescia, Cellino scaramantico: Balotelli, mai il giorno 17, si annuncia oggi. In taglio ancora Dybala: “La maglia è mia”.