Pato: «Coronavirus? Mi hanno fatto il test, sono risultato negativo»

Pato
© foto www.imagephotoagency.it

Pato racconta il momento critico in Brasile e ammette di aver avuto paura quando ha riscontrato qualche linea di febbre nei primi giorni

Alexandre Pato, ai microfoni della Gazzetta dello Sport ammette la paura, di quando ha avuto qualche linea di febbre, riconducendosi al coronavirus.

«La federazione ha interrotto l’attività per 20 giorni. Stanno venendo fuori casi di ragazzi giovani, c’è paura. Io sto rigorosamente in casa, con mia moglie. Mi alleno una volta al giorno per un’ora e mezza. Certe cose si vedevano solo alla tv. Poi arrivano anche da te e dici ‘cavolo, il mondo si è fermato davvero’».

Prosegue: «E’ qualcosa che spaventa molto e ti lascia grandi interrogativi sui prossimi anni: nulla sarà come prima. E c’è stato anche un frangente in cui ho avuto davvero paura: nei primissimi giorni in cui il virus iniziava a espandersi ho avuto un po’ di febbre. Sono corso immediatamente in ospedale, terrorizzato, e mi hanno fatto il test che per fortuna è risultato negativo»