Connettiti con noi

News

Parma Milan 1-3, le pagelle rossonere: il ‘replay’ di Rebic

Avatar

Pubblicato

su

Tre punti d’oro per il Milan che la sblocca con Rebic che offre il replay del gol all’Olimpico contro la Roma; inspiegabile rosso ad Ibra

Il Milan espugna il Tardini di Parma grazie ad un’ottima prova nella prima ora di gioco, cioè fino a quando i rossoneri sono stati in 11 contro 11, prima del rosso, inspiegabile, di Ibrahimovic. Rebic segna un gol in fotocopia rispetto a quello di Roma e Kessie trova il 10° centro in campionato. Le pagelle rossonere di Parma-Milan:

Donnarumma 6 Primo tempo da spettatore non pagante, si deve superare con un doppio miracolo su Conti e Pellé ad inizio ripresa; poteva invece fare molto meglio sul gol di Gagliolo dove va giù con clamoroso ritardo e si fa anche male per questo.

Kalulu 6 Gervinho è un cliente scomodo ma, al netto di qualche sbavatura, riesce a tenerlo a bada (dal 78′ Gabbia sv).

Kjaer 6,5 Ingaggia un duello rusticano con Pellé, non disdegnando di mollare la marcatura per andare a chiudere delle trame di passaggio con delle letture degne di chi capisce tutto con mezz’ora d’anticipo.

Tomori 6 Primo tempo di altissimo livello, quando entra anche Cornelius va più in difficoltà con i due corazzieri ducali.

Theo Hernandez 6 L’avanzata culminata con l’assist a Kessié è pregevole ma non cancella le imprecisioni e il troppo nervosismo nel resto della gara.

Bennacer 6,5 Sta iniziando a tornare ad una accettabile condizione di forma e le sue geometrie ritrovate lo certificano (dal 72′ Meite 5,5 Ammonizione evitabilissima).

Kessié 6,5 Firma il suo 10° centro stagionale con il gol che mette in ghiaccio la gara già nel primo tempo; molla Pellé convinto di avere un compagno in soccorso che invece non c’è ed il salentino fa la sponda per l’1-2 di Gagliolo.

Saelemaekers 6,5 Guizzante e spesso nel vivo dell’azione, obbliga anche al cartellino Gagliolo (dal 72′ Dalot 6,5 Fondamentale nel creare il break che chiude la partita).

Calhanoglu 6 Alterna fraseggi e triangoli in bello stile a imprecisioni ed amnesie per mancanza di lucidità, vedi l’ammonizione rimediata per l’entrata su Kurtic (dal 78′ Krunic sv).

Rebic 7  Mancavano tanto i suoi gol; torna a timbrare il cartellino con il replay del gol di Roma; quando il Milan resta in 10 si carica tutto il peso dell’attacco oltre a sparecchiare l’area rossonera su un paio di punizioni (dall’84’ Rafael Leao 6,5 Chiude i conti nel recupero con un tocco facile ma determinante).

Ibrahimovic 6 Viene spesso fuori dall’area a dialogare con i compagni e per creare gli spazi da cui nascono i due gol, poi questo rosso francamente inspiegabile.

All. Pioli 6,5 Ritrova la formazione titolare (ad eccezione di Calabria, ndr) e porta a casa tre punti d’oro ed una prestazione di spessore almeno finché la squadra si è trovata in parità numerica; il rosso ad Ibra ed il gol di Gagliolo hanno obbligato ad una mezz’ora con il cuore in gola ma alla fine arrivano tre punti incredibilmente importanti in chiave Champions.

PARMA (4-3-3): Sepe 6; Conti 5 (dall’84’ Traore sv), Bani 5,5, Gagliolo 6, Pezzella 6 (dal 74′ Busi 6); Kucka 6,5, Hernani 5 (dal 61′ Grassi 6), Kurtic 5,5; Man 6,5, Pellé 6,5, Gervinho 4,5 (dal 46′ Cornelius 6,5). All. Roberto D’Aversa 6.

Advertisement