Gattuso sulla scia di Ancelotti: mancano tre risultati utili per eguagliare il maestro

Gattuso Ancelotti
© foto www.imagephotoagency.it

Gattuso ha quattro partite per eguagliare e superare il record di risultati utili compiuto dal proprio maestro Carlo Ancelotti al Milan

Il grande apporto di Gennaro Ivan Gattuso sulla panchina del Milan è sotto gli occhi di tutti: 13 risultati utili consecutivi sono tanti soprattutto per una squadra che nel corso della prima parte di stagione è riuscito a collezionare 6 sconfitte e 5 pareggi (tra campionato, Europa League e Coppa Italia) in 21 partite. Una striscia positiva che pone il profilo del tecnico calabrese a paragoni importanti, uno su tutti quello del suo maestro Carlo Ancelotti. Sotto la guida di Carletto infatti il Milan è arrivato a toccare come proprio massimale 16 risultati utili consecutivi, solo tre in meno di quelli già raggiunto da Gattuso. Altri anni, altro Milan ma la strada imboccata da Ringhio sembra essere quella giusta.

Per eguagliare e superare Ancelotti, Gattuso dovrà riuscire a non perdere nessuna delle prossime 4 partite contro Arsenal giovedì, Genoa al Marassi domenica, di nuovo Arsenal (ma questa volta all’Emirates) giorno 15 marzo e poi ottenere almeno un punto contro il Chievo Verona solo tre giorni dopo a San Siro. Un’impresa abbordabile ma non per questo semplice per Gattuso che il trittico di straordinari successi ottenuti contro Sampdoria, Roma e Lazio può sognare ad occhi aperti un posto nell’olimpo dei recordman rossoneri.

Articolo precedente
DonnarummaFuturo Donnarumma: Raiola spinge per la cessione in caso di mancata Champions, Reina sostituto?
Prossimo articolo
Kalinic André SilvaGattuso chiede un favore a San Siro: meno fischi e più applausi per Kalinic e André Silva