Milan-Torino, Higuain rassicura i tifosi: presenza e costanza al top

Higuain
© foto www.imagephotoagency.it

Gonzalo Higuain in campo regolarmente contro il Toro, i problemi fisici sembrano essere superati, a giudicare dal suo umore

Fondamentale la sessione di allenamento mattutino tenuta ieri dalle ore 11:30, l’attenzione era tutta su Higuain per cercare di capire in che modo l’argentino stesse vivendo l’attesa in termini fisici. L’attaccante domani sera sarà regolarmente in campo, come si evince dalle immagini sui social, particolarmente distese. Per il resto,  Gattuso sembrerebbe intenzionato a cambiare nuovamente modulo, confermando Abate al centro della difesa, tornando dunque al 4-4-2, dopo il 4-3-3 utilizzato contro il Parma. Sarà una sfida per l’Europa (classifica alla mano) quella con Mazzarri, il Toro vanta un sesto posto e 21 punti in graduatoria con 19 goal fatti e 16 subiti. Sono 4 i punti di distanza dai rossoneri che dovranno guardarsi le spalle dalla Lazio (La Ferrari di Lotito), impegnata in casa contro la Sampdoria sabato dalle 20:30. Il centrocampo vedrà la conferma dei due esterni Suso e Calhanoglu, in mezzo la solidissima coppia Kessie-Bakayoko. Tornando alla difesa, come detto ancora Abate in mezzo, per Romagnoli è ancora presto quindi Zapata più che confermato, Calabria e Rodriguez sulle corsie di destra e di sinistra.

MILAN (4-4-2): Donnarumma G.; Calabria, Abate, Zapata, Rodriguez; Suso, Kessié, Bakayoko, Calhanoglu; Higuain, Cutrone. A disposizione: Reina, Donnarumma A., Conti, Simic, Laxalt, Mauri, Halilovic, Bertolacci, Montolivo, Borini, Castillejo. All.Gattuso

TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Djidji; De Silvestri, Rincon, Baselli, Meitè, Ansaldi; Iago Falque, Belotti. A disposizione: Ichazo, Rosati, Moretti, Lyanco, Bremer, Aina, Lukic, Soriano, Edera, Parigini, Berenguer, Zaza. All. Mazzarri

Pollice in su ed occhiolino distensivo per Gonzalo Higuain che in questo modo accantona tutte le voci relative a quel dolore alla schiena che pare non averlo ancora abbandonato. Il colpo subito contro l‘Udinese più di un mese fa sembra essere ancora fastidioso ma sicuramente sopportabile. L’argentino dopo la trasferta di Udine ha giocato altre due gare, contro la Juventus e contro il Dudelange, mostrando effettivamente di avere qualche difficoltà soprattutto nell’approccio alla gara. Domani sotto gli occhi di Paquetà sarà tutto diverso, sarà importante vincere ed accorciare ulteriormente sull’Inter che a Torino ha sbattuto contro una Juventus sempre più lontana.

Articolo precedente
conti milanConti, pronto all’esordio: molto dipenderà dall’andamento della gara
Prossimo articolo
leonardo milan inter difficoltàCalciomercato Milan, Giovani? Un attaccante del Genoa nell’elenco di Leonardo