Milan, Ronaldo rivela: «Berlusconi ci dava consigli, ma noi non lo ascoltavamo»

© foto www.imagephotoagency.it

Ronaldo il fenomeno svela un particolare retroscena di quando giocava nel Milan e c’era il presidente Berlusconi a dare consigli

Il Milan di Berlusconi è passato alla storia per essere stato uno dei club più vincenti della storia del calcio: anni di successi e vittorie indimenticabili. I giocatori che hanno sfilato sotto il palcoscenico di San Siro, durante questo lucente periodo, sono stati ovviamente di primissima categorie. Tra questi c’è sicuramente stato, anche se nella fase calante della carriera, Ronaldo il Fenomeno. Il brasiliano ha trascorso in rossonero poco più di un anno e la sua parentesi con i colori del Diavolo non è stata poi così felice.

A distanza di anni però spunta un curioso aneddoto, raccontato dallo stesso Ronaldo in una lunga intervista al Financial Times. Queste le sue parole sul passato al Milan e soprattutto sul rapporto con il presidente Berlusconi: «Ci diceva ‘Com’è che non segnate su calcio d’angolo? E’ facile, state tutti fuori area e quando parte il pallone entrate’. Noi dicevamo ‘Ok, faremo così’, ma poi facevamo a modo nostro. Ai miei attaccanti dico di arrivare davanti al portiere, aspettarlo e far decidere a lui come tirare. Da presidente di una squadra, rispetto ad altri, ho il vantaggio di aver giocato e sapere di cosa hanno bisogno i giocatori».