Milan, Pellegatti: «Per Higuain si decide nei prossimi mesi, io lo aspetterei»

Higuain
© foto Gonzalo Higuain

Una prima metà di campionato che di certo non ha confermato le aspettative: Higuain ancora non riesce a convincere in rossonero. I prossimi mesi saranno cruciali

Nelle ultime settimane si sta creando un vero e proprio caso Higuain. L’ultima questione che i tifosi rossoneri si auguravano di dover affrontare. Il Pipita non riesce a brillare e il riscatto a fine stagione non è più una certezza. Carlo Pellegatti, giornalista vicino ai temi del mondo Milan, ne ha parlato sul suo canale Youtube:

«Higuain non riesce a tornare al gol, ad essere decisivo, a prendere per i capelli un Milan che ha bisogno delle sue prodezze. Ho un’idea ben precisa, mi sembra molto ovvia. Qualora il Milan non abbia già un gentlement agreement con la Juventus, prenderà una decisione solo nei prossimi mesi, entro aprile. Higuain rimane uno dei centravanti più prolifici, adesso arriveranno giocatori che potranno dare una mano all’attacco rossonero. Il giocatore deve anche cambiare un po’ il modo di giocare. Ad Atene abbiamo più volte visto i terzini venire avanti e non trovare né Higuain né Cutrone. La prima punta deve stare in aria, soprattutto se è un giocatore bravo come Higuain. Deve occupare l’area, a volte vuole entrare nel vivo del gioco, deve stare in area o qualche metro prima. Io aspetterei, restituendo Higuain il Milan perderebbe 18 milioni e per prendere un giocatore dell’altezza dell’argentino dovrebbe spendere tanto e sarebbe difficile. Mi auguro per il Milan e per Higuain che il Pipita possa tornare presto al gol e trascinare la squadra».