Milan, Muriel nuovo obiettivo, ma non era meglio tenersi Bacca?

bacca milan
© foto www.imagephotoagency.it

Il Milan è alla ricerca di un attaccante per la prossima stagione e l’ultimo indiziato sembra proprio il giocatore del Siviglia. I numeri però non sono esaltanti e il paragone con un altro colombiano fa riflettere i tifosi rossoneri

Milan su Luis Muriel, è lui l’ultimo obiettivo di Fassone e Mirabelli per rinforzare l’attacco in vista della prossima stagione. Il calciatore milita attualmente nel Siviglia e fino ad ora la stagione che sta conducendo non è delle migliori con 9 gol in 43 apparizioni collezionate tra campionato e coppe. Colombiano, attualmente in un campionato spagnolo, precedenze in serie A, tutte coincidenze che un tifoso milanista non può ignorare, perché il suo identikit assomiglia terribilmente a quello di un altro colombiano, ben noto in casa Milan, Carlos Bacca. E’ interessante analizzare i numeri dei due giocatori e porli a confronto. L’ex rossonero, attualmente in prestito al Villareal, questa stagione ha collezionato 39 presenze condite da 15 reti, numeri che superano decisamente quelli di Muriel, e che quindi fanno sorgere spontanei alcuni interrogativi.

Non ci vogliamo fermare ad un confronto superficiale perciò scaviamo ancora più in profondità analizzando le stagioni precedenti e prendiamo in considerazione quella del 2016/17, anno in cui entrambi hanno militato nel campionato italiano, dato che rende il paragone ancora più azzeccato, e osserviamo come anche in questo caso Bacca, con i suoi 14 gol in 34 presenze, batta Muriel, che ha collezionato una presenza ed una rete in meno. Ci spingiamo oltre e passiamo in rassegna anche la stagione precedente, ma la musica non cambia: 20 gol per l’ex Milan in 43 presenze, 7 per l’ex Sampdoria in 35 presenze. Il dubbio allora diventa qualcosa di più e l’interrogativo prende sempre più forza. Ha veramente senso investire per Muriel quando in casa (ricordiamo che Bacca al termine del prestito tornerà con ogni probabilità al Milan) hai già di meglio?

Articolo precedente
Ausilio top, Mirabelli flop. Qual è la verità?
Prossimo articolo
europa leagueMilan, un dubbio europeo: meglio non qualificarsi o fare i preliminari di Europa League?