Milan in Europa League: ecco quali saranno le insidie del calendario

europa league
© foto www.imagephotoagency.it

Analizziamo il calendario del Milan tra Europa League e Serie A, ecco quali potrebbero essere le settimane più insidiose per Gattuso

Dopo la lista delle squadre che compongono  il girone (F) del Milan in Europa League ecco che prende forma il calendario dei rossoneri che da domani 20 settembre, giorno della prima gara, al prossimo 13 dicembre saranno impegnati sia sul fronte nazionale con il campionato e sia su quello continentale contro Olympiacos, Betis Siviglia e Dudelange.  La competizione europea rivestirà un ruolo cruciale nella stagione del Milan che per centrare l’obiettivo Champions potrà concorrere su più fronti: o giungere la tra le prime quattro in campionato o alzare l’agognata Europa Leauge. Analizziamo le tappe dei prossimi mesi rossoneri considerando quali possano essere le insidie e le gare più destabilizzanti dal punto di vista fisico tra Serie A ed Europa League.

16 settembre, Serie A: Cagliari-Milan / 20 settembre, Europa League: Dudelange-Milan / 23 settembre, Serie A: Milan-Atalanta

Il pareggio contro il Cagliari è statala prima tappa di avvicinamento all’Europa League che vedrà i rossoneri affrontare un’altra trasferta, meno insidiosa, domani contro il Dudelange prima squadra Lussemburghese a qualificarsi alla fase a gironi di Europa League. L’incontro europeo più abbordabile per Gattuso che contro il Cagliari ha potuto schierare i titolari per poi effettuare un cauto turnover nel match in Lussemburgo anche perché tre giorni dopo a San Siro ci sarà l’Atalanta.

30 settembre, Serie A: Sassuolo-Milan / 4 ottobre, Europa League: Milan-Olympiacos / 7 ottobre, Serie A: Milan-Chievo

Trasferta storicamente insidiosa per il Milan che il 30 settembre si recherà a Reggio Emilia per affrontare il Sassuolo di De Zerbi. Gara da non sottovalutare e in cui Gattuso schiererà la migliore formazione possibile. Un rischio doveroso che obbligherà il tecnico calabrese a dover chiedere un po’ di più ai proprio calciatori visto l’impegno 4 giorni dopo in casa contro l’Olympiacos, seconda forza del girone. Per il Milan poi il fiato potrebbe essere recuperato con l’inserimento di qualche forza fresca per la successiva gara, tre giorni dopo, in casa contro il Chievo.

21 ottobre, Serie A: Inter-Milan / 25 ottobre, Europa League: Milan-Betis / 28 ottobre Serie A: Milan-Sampdoria

La settimana più difficile nel trittico del girone d’andata di Europa League è sicuramente quella di fine ottobre con i rossoneri che giocheranno, sulla carta, tre gare in casa ma insidiosissime: prima il derby il 21, poi quattro giorni dopo la partita cruciale con il Betis e infine il 28 la Sampdoria a San Siro. In questo turno Gattuso dovrà essere abile a far mantenere alta la concentrazione di tutta la rosa con la possibilità che i neo arrivati Bakayoko, Castillejo e Laxalt abbiano finalmente recepito totalmente le istruzioni del proprio tecnico.

4 novembre, Serie A: Udinese-Milan / 8 novembre, Europa League: Betis-Milan / 11 novembre, Serie A: Milan-Juventus

Il giro di boa nel gruppo F vedrà i rossoneri affrontare due trasferte pericolosissime allo stadio Friuli di Udine e a Siviglia contro un Betis sicuramente agguerrito. Due impegni tosti che anticiperanno il big match contro la Juventus a San Siro. In vista della gara contro la corazzata di Allegri Gattuso dovrà sicuramente puntare su un cauto turnover in Europa League sperando che la posizione dei rossoneri nel girone in quel momento sia salda al comando.

25 novembre, Serie A: Lazio-Milan / 29 novembre, Europa League: Milan-Dudelange / 2 dicembre, Serie A: Milan-Parma

Terzetto di partite sulla carta abbordabili tranne la prima con la Lazio per il Milan che potrà però schierare una formazione rimaneggiata nell’incontro in casa contro il Dudelange e centrare comunque i tre punti facili. Le insidie, si sa sono all’ordine del giorno, ma la superiorità tecnica della squadra di Gattuso rispetto al club lussemburghese non è in discussione. Gattuso potrà concentrare le proprie forze per i match contro Lazio e Parma.

9 dicembre, Serie A: Milan-Torino / 13 dicembre, Europa League: Olympiacos-Milan / 16 dicembre, Serie A: Bologna-Milan

Ultima gara del girone difficoltosa per il Milan che dovrà giocare nel campo di Atene contro l’Olympiacos. In vista di questo match i rossoneri potrebbero però aver già incamerato la qualificazione potendo così disputare una gara affascinante ma senza patemi in Grecia. Ben più importanti i match in Serie A che vedranno i rossoneri prima affrontare il Torino in casa e poi il Bologna in trasferta.

Articolo precedente
Dudelange-Milan, Gattuso debutta in Europa con un’arma in più da usare bene
Prossimo articolo
GazidisGazidis al Milan per 4 milioni a stagione: ecco perché pagarlo così tanto