Milan, Gattuso: «Dobbiamo fare una partita diversa, Higuain ancora in dubbio per domenica»

Gattuso
© foto Facebook

Domani il Milan si gioca tanto e contro il Betis servirà una grande partita. Ecco il punto della situazione di Gattuso tra Europa League e Juventus

Ecco le parole di Gattuso nella conferenza stampa della vigilia del match di domani sera di Europa League contro il Betis Siviglia:

SULLE ASSENZE  – «Abbiamo provato a fare un qualcosa di nuovo che ci dovrebbe dare compattezza. Nessun alibi, sicuramente scenderà in campo la squadra migliore. Due settimane fa non abbiamo fatto bene e loro ci hanno messo in difficoltà. Loro possono cambiare gli interpreti, ma la filosofia è la stessa. Dobbiamo affrontarli con coraggio. Abbiamo grande rispetto per loro, ma dobbiamo giocare il calcio che sappiamo»

SUI PROGRESSI DELLA SQUADRA – «Tecnicamente stiamo giocando meno bene, ma stiamo facendo meglio a livello di carattere. I ragazzi si sono fatti trovare pronti e chi ha giocato meno, ha dato qualcosa in più. Per un allenatore, avere un gruppo così, è più facile. Se abbiamo rivisto la luce è grazie ai giocatori»

SULLA BALISTICA DI KESSIE’ – «Contro il Genoa ha tirato 4-5 volte. Balisticamente parlando non ha fatto bene, ma quel che conta è provarci. Come squadra facciamo tanti gol da fuori area. Kessie deve provare a tirare, non è la sua caratteristica migliore, ma se non sbaglio 2-3 gol da fuori li ha fatti. Sicuramente calcia meglio lui di me»

SUGLI INFORTUNATI – «Caldara e Biglia staranno fuori ancora per tantissimo tempo. Calabria ci lascia ben sperare, riesce a fare diversi lavori e speriamo di recuperarlo per domenica. Higuain uguale, non è bellissimo da vedere, ma speriamo di averlo per domenica. Jack secondo me con la Juventus non lo avremo a disposizione, ha un problema al ginocchio e anche in preparazione ha saltato 40-45 giorni»

SU CUTRONE – «Io penso che Cutrone negli ultimi mesi sia migliorato tanto. Sa quello che vuole, ha ancora grandi margini di miglioramento. Lavorare con campioni come Higuain, Suso e Calhanoglu poi può solo migliorarlo. Ha veleno e voglia, deve migliorare i movimenti e non giocare solo di istinto. E’ un giocatore particolare, ha tanta voglia di giocare, ma quando non si sente protagonista rischia di perdersi. Dimostra grande carattere quando gioca, ma deve imparare ad avere carattere anche quando non è protagonista»

SUL RISCATTO CONTRO IL BETIS – «Sappiamo di aver sbagliato la scorsa partita. Lo stadio di domani è molto caldo e ci giocheremo tanto. Non abbiamo bisogno di ricordarci cosa ci stiamo giocando, siamo tutti perfettamente consapevoli. La qualità del Betis non è una novità e dovremo essere bravi noi a proporre a livello tattico una partita miglior

SU CALHANOGLU E BAKAYOKO – «Cahla non ha nessun problema. Ha solo fastidio al collo del piede quando calcia. Ha avuto qualche problema familiare, ma li ha risolti. Fisicamente non è al massimo, ma è di grande affidabilità e sappiamo cosa ci può dare. Bakayoko ha fatto una grande partita con il Genoa. Voi mi prendete per pazzo, ma è così. A livello tattico deve ancora migliorare, ma sono contento delle ultime prestazioni. Ci darà grandi benefici»

SULLA DIFESA A TRE – «Domani vediamo. Romagnoli ha giocato tanto sicuramente, vediamo domani. A 3 o a 4 non cambia, non conta il modulo. Dobbiamo dimostrare compattezza e organizzazione».

Articolo precedente
Romagnoli DonnarummaDa Donnarumma a Suso: Il Milan tornerà grande grazie a loro
Prossimo articolo
Reina scettico: «Tra Milan e Betis Siviglia non so chi sia favorito»