Milan femminile-Fiorentina 1-2, viola corsare al Brianteo

Conc
© foto www.imagephotoagency.it

Coppa Italia: il Milan femminile cade al Brianteo di Monza contro una buona Fiorentina, Rinaldi non basta, a Firenze serve un’impresa

Cade il Milan femminile al Brianteo di Monza sotto i colpi di Guagni e Bonetti, decisive nella rimonta viola, dopo il vantaggio rossonero targato Salvatori Rinaldi, nel più classico dei gol dell’ex.

Match tutto sommato equilibrato. Maurizio Ganz deve fare i conti con tre assenze pesanti: Fusetti squalificata, Heroum e Bjorg out per febbre. Cincotta lascia a riposo Mauro, non al 100%.

Pronti e via e la Fiorentina sfiora il vantaggio in un paio di occasioni, decisiva Maria Korenciova. Alla mezz’ora è il Milan femminile a rendersi pericolosissimo dalle parti di Öhrström, ma Longo da due passi colpisce di testa alto, a porta sguarnita. L’estremo difensore rossonera è in stato di grazia e salva nuovamente Giacinti e compagne distendendosi sulla sua sinistra, respingendo un tiro ravvicinato di Alia Guagni. Squadre a poco a poco sempre più corte e attente in fase di interdizione. Pochi spazi per affondare.

Nella ripresa il Diavolo passa in vantaggio, grazie a Salvatori Rinaldi, che sfrutta un cioccolatino di Claudia Mauri (2 assist stagionale, dopo quello alla prima giornata allo stadio Tre Fontane di Roma a Valentina Giacinti) per far esplodere lo stadio e la gioia di Maurizio Ganz.

Match apparentemente in discesa, ma nel giro di una manciata di minuti la Fiorentina ribalta tutto, prima con Guagni in posizione chiaramente dubbia, poi con il sinistro magico di Tatiana Bonetti che si infila sotto il sette. Rossonere che accusano il colpo e match che si dissolve a poco a poco in favore delle toscane.

Unica nota positiva è la voglia e carattere che le ragazze di Maurizio Ganz hanno tentato di far valere. La Viola gioca bene e conquista una vittoria fondamentale per la sfida di ritorno al Gino Bozzi di Firenze. Il tecnico rossonero, nel post partita ha più volte sottolineato l’importanza di giocare questo trofeo, la Coppa Italia, ma a calcoli meglio perdere oggi che tra due settimane. Il 22 febbraio sarà ancora Milan-Fiorentina, questa volta la posta è ancor più alta: in ballo vi è la qualificazione alla prossima Champions League, uno scontro diretto che il Milan femminile non può fallire. Un solo imperativo: vincere e riscattare la debacle di questo pomeriggio.

Per concludere, ecco Salvatori Rinaldi, altra note positiva per il tecnico friulano. La numero 22 rossonera ha già messo a segno due reti tra campionato e Coppa Italia contro la Fiorentina. «Se c’è in campo Rinaldi è gol» – urlano i tifosi rossoneri. Si è dimostrata una sentenza. Oggi all’esordio dopo quasi tre mesi di stop, ha dimostrato ancora una volta la sua fame di reti, vitale per il proseguo del cammino rossonero verso l’Europa.

Testa ora al Tavagnacco, gara da non sottovalutare, dopodiché le ragazze di Maurizio Ganz entreranno in un tour de force importante: prima il big match di campionato, appunto, contro la Viola, poi il ritorno di Coppa in terra toscana e successivamente la trasferta di Torino, tutt’altro che semplice contro la Juventus di Rita Guarino.