Milan è tempo di cessioni: dopo Kalinic ora tocca a Bacca

bacca milan
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo la partenza di Kalinic all’Atletico ora il Milan cerca di liberarsi anche di Carlos Bacca: il punto

Per il Milan di Leonardo a Paolo Maldini è tempo di cessioni per liberare la rosa dei tanti esuberi presenti soprattutto nel reparto avanzato. Dopo l’addio di Nikola Kalinic destinazione Atletico Madrid per la società rossonera si avvicina anche un’entuale partenza dell’attaccante colombiano Carlos Bacca. Il numero 70 vorrebbe tornare al Villarreal che al momento però non è disposto ad offrire i 13 milioni chiesti dalla società di via Aldo Rossi. Un’eventuale cessione di Carlos Bacca permetterebbe inoltre al Milan di risparmiare i 3 milioni netti a stagione attualmente percepiti in rossonero dal centravanti colombiano.

Una cessione complicata quella di Carlos Bacca che ha già declinato l’ offerta proveniente dalla Turchia, sponda Trabzonspor, e vorrebbe trattare solo con il sottomarino giallo squadra nella quale ha disputato in prestito la passata stagione realizzando 18 gol. Al momento tra l’offerta del Villarreal e la richiesta del Milan c’è una distanza di circa 5 milioni di euro (8 contro 13 milioni) e il club spagnolo sembra orientato a non alzare la propria proposta visto che il colombiano, soprattutto dopo l’arrivo di Higuain, non rientra nei piani di Gattuso. L’unica variabile al momento presente nel destino di Bacca è l’interesse del Lokomotiv Mosca.

Articolo precedente
Milanello, oggi Maldini incontrerà la squadra per la prima volta
Prossimo articolo
Continua l’epurazione di Elliott: via due dirigenti legati a Fassone