Milan-Bologna 2-0, le pagelle rossonere: Ibrahimovic bussa due volte

© foto Zlatan Ibrahimovic, positivo al Covid-19 - foto Matteo Gribaudi/ Image Sport

La doppietta dello svedese stende il Bologna mentre i mille di San Siro sottolineano l’ottima prova di Calabria; le nostre pagelle

Il Milan supera l’ostacolo Bologna nel primo turno di questa Serie A 2020/21 e per farlo si appoggia a Zlatan Ibrahimovic che realizza le due reti che chiudono la gara; non saranno le cinque che temeva Mihajlovic ma possono bastare per portare a casa il risultato:

Donnarumma 6,5 1001° spettatore di San Siro fino al minuto 79′ quando deve chiudere a doppia mandata la porta su Skov Olsen e poco dopo deve ripetersi su Sansone.

Calabria 7 Conferma il buono stato di forma prodigandosi in qualche buona discesa sulla fascia e facendosi sentire in fase difensiva tanto da scatenare l’ovazione dei mille di San Siro.

Kjaer 6,5 Senso della posizione, esperienza e serenità di giudizio; fa sembrare tutto facile (dal 70′ Duarte 6 Rivede il campo dopo tempo immemore; minuti utili per riprendere un po’ di confidenza).

Gabbia 6 In netta crescita rispetto a Dublino; attento e determinato, sbaglia pochissimo.

Theo Hernandez 7 Il cross per la testa di Ibra è un cioccolatino; fondamentale anche per anticipare Orsolini ad un passo dal gol.

Bennacer 5,5 Fuori fase, il suo errore in avvio di gara poteva costare carissimo; fortunatamente non paga dazio ma la mancata deviazione sotto misura al 28′ non sarebbe perdonabile se con furbizia non si prendesse il rigore della sicurezza (dall’86’ Krunic 5,5 Riuscire a farsi ammonire dopo due secondi dal suo ingresso in campo, è impresa notevole…)

Kessié 5,5 Ancora un po’ ingolfato e macchinoso, alla ricerca della miglior condizione anche se il disturbo su Soriano in avvio è provvidenziale (dal 76′ Tonali 6 Assaggia San Siro con la maglia rossonera addosso; un quarto d’ora utile per rompere il ghiaccio).

Castillejo 6 Meglio in fase di copertura che non in quella propositiva, si deve arrendere all’intervallo per i postumi di un’entrata dura di Dijks (dal 46′ Saelemaekers 6,5 Entra con il piglio giusto, arrivando anche alla conclusione e portando Dijks all’espulsione).

Calhanoglu 6 Ci ha abituato troppo bene per cui la prestazione di questa sera sembrerebbe anonima soprattutto perché Ibra cestina il suo regalo che sarebbe valso il 3-0 (dal 70′ Brahim Diaz 6 Aveva ragione chi diceva che con il pallone tra i piedi fa ciò che vuole; serve solo più concretezza).

Rebic 6,5 Festeggia i suoi 27 anni senza trovare il gol ma dimostrando ancora una volta quanto il suo dinamismo sia fondamentale nell’economia della squadra.

Ibrahimovic 7,5 Prima ci prova con un numero di tacco e piatto fuori di poco, poi prende l’ascensore, incorna il vantaggio rossonero e chiude i conti con un rigore terrificante. I 1000 di San Siro quasi non ci credono quando la butta fuori a Skorupski saltato.

All. Pioli 7 Non era facile tenere la squadra sul pezzo quando c’è una partita che cade in mezzo ad altre due da dentro o fuori; continua a puntare sull’usato sicuro, sull’undici rodato e ha ragione. Per i nuovi ci sarà tempo un po’ alla volta.

BOLOGNA (4-1-4-1): Skorupksi 6; De Silvestri 5,5, Tomiyasu 5, Danilo 5, Dijks 5; Schouten 6; Orsolini 5 (dal 56′ Skov Olsen 6), Dominguez 5 (dal 56′ Sansone 5,5), Soriano 6,5 (dal 79′ Svanberg sv), Barrow 5 (dall’83’ Vignato sv); Palacio 5,5 (dal 79′ Santander sv). All. Mihajlovic 5.