Connettiti con noi

News

Lazio Milan 3-0, le pagelle rossonere: Inzaghi surclassa Pioli

Avatar

Pubblicato

su

Il Milan naufraga all’Olimpico colpito a freddo da Correa, poi da Orsato ed infine da Immobile; si salvano in pochi tra i rossoneri

Lunedì sera che più nero non si può per il Milan che crolla all’Olimpico contro la Lazio, cede con un netto 3-0 e non può bastare il voler negare l’evidenza dell’arbitro Orsato per giustificare la sconfitta. Rossoneri impalpabili specie in fase offensiva ed ora la corsa per la Champions si fa difficilissima. Queste le pagelle di Lazio-Milan:

Donnarumma 6 Incolpevole sui gol subiti, salva due volte su Immobile e Correa.

Calabria 6,5 Recupera confidenza e condizione minuto dopo minuto, prestazione nel complesso positiva (dal 70′ Dalot 6 Un paio di belle iniziative).

Kjaer 5,5 Cerca di tenere a galla una difesa ballerina ma nemmeno lui può fare miracoli (dal 73′ Romagnoli 5,5 Ritorna in campo in una situazione oggettivamente difficile).

Tomori 4,5 Correa lo fa impazzire in diverse occasioni, soprattutto sul gol del raddoppio.

Theo Hernandez 5 Recuperato in extremis, la gamba sembra esserci, precisione ed attenzione invece no.

Bennacer 5 Da un suo stop di petto sbagliato nasce il vantaggio della Lazio e da un retropassaggio di testa poteva scapparci anche il secondo gol biancoceleste (dal 70′ Tonali 6 Sfiora il gol con un sinistro dal limite).

Kessie 6 Ingaggia un duello rusticano con Milinkovic-Savic, sfiora il gol nel finale centrando la traversa.

Saelemaekers 6,5 Viene molto dentro al campo per ricevere palloni e dare soluzioni offensive; è sua la palla che manda in porta Calhanoglu alla mezz’ora (dal 63′ Brahim Diaz 5,5 Scheggia impazzita, molto fumo, poco arrosto).

Calhanoglu 5,5 Si divora il possibile pareggio alla mezz’ora ed ingaggia un duello dialettico con Orsato che non gli fischia più un fallo che sia uno, anche davanti all’evidenza delle immagini al VAR.

Rebic 4,5 Poco nel vivo del gioco, dovrebbe obbligare Lazzari a rimanere più basso per limitarlo ma in realtà si marca quasi da solo.

Mandzukic 5 La sua presenza potenzialmente dà una soluzione offensiva importante, peccato solo che non riesca ad essere incisivo come potrebbe e dovrebbe (dal 63′ Rafael Leao 5 Spiace dirlo ma ultimamente, con lui in campo, il Milan gioca in 10).

All. Pioli 5 Al netto di Orsato, il suo Milan ha perso meritatamente contro una Lazio superiore sul piano tattico; il gol del vantaggio arrivato a freddo ha incanalato la partita sui binari preferiti dai biancocelesti che infatti vanno spesso e volentieri in contropiede; se il campionato finisse stasera, i rossoneri sarebbero fuori dalla Champions.

LAZIO (3-5-2): Reina 6,5; Marusic 6, Acerbi 6, Radu 6,5; Lazzari 7, Milinkovic-Savic 6,5, Leiva 6,5 (dall’88’ Cataldi sv), Luis Alberto 7 (dall’88’ Akpa-Akpro sv), Lulic 6,5 (dal 68′ Fares 6); Correa 7,5 (dal 76′ Pereira sv), Immobile 6,5 (dall’88’ Muriqi sv). All. Simone Inzaghi 7.

 

Advertisement