Ibra accetta la sfida di Leonardo: 6 mesi per guadagnarsi la conferma al Milan

Ibrahimovic
© foto www.imagephotoagency.it

Ibrahimovic ha accettato di giocare i prossimi sei mesi con la maglia del Milan, il centravanti vuole meritarsi la conferma sul campo

Zlatan Ibrahimovic non ha bisogno di presentazioni, per tutta la sua carriera il centravanti svedese ha sempre dimostrato di essere uno dei più forti scorer del calcio mondiale. Anche a 37 e dopo un infortunio grave ha strappato le prime pagine di moltissimi giornali americani ed esteri grazie alle sue incredibili prestazioni con la maglia dei Los Angeles Galaxy in MLS. Ora Zlatan ha voglia di accettare una nuova affascinante sfida: tornare al Milan e per farlo avrebbe addirittura detto sì ad un’offerta di soli 6 mesi. Un accordo di massima che sarebbe stato proposto da Leonardo, conscio dell’età anagrafica del fuoriclasse svedese e del grave infortunio che gli ha fatto perdere quasi interamente la sua ultima stagione in Europa. Ibra, dopo qualche iniziale tentennamento, ha però fatto sapere attraverso il proprio procuratore Mino Raiola di voler dimostrare ancora una volta di poter essere decisivo in Italia e pertanto il ruolo che vuole ritagliarsi in rossonero sarà di primo livello e ottenuto a suon di gol e prestazioni da urlo.

L’accordo con la società rossonera, anche se non sono noti gli aspetti economici, sarà di sei mesi con rinnovo automatico per la stagione successiva qualora il Milan riuscisse a centrare la qualificazione alla Champions League 2019/20. Con Ibra in avanti al fianco di Higuain e Cutrone pronto a subentrare l’attacco rossonero diventerebbe in un solo momento tra i più affascinanti dell’intero campionato, secondo solo a quello bianconero composto da Ronaldo, Dybala e Mandzukic. La trattativa, in cui contestualmente rientra anche il rinnovo di Abate,  è ormai in fase di definizione e da gennaio prepariamoci a vedere un Ibra carichissimo per sé stesso e per il Milan.

Articolo precedente
Bonucci chiede scusa parzialmente ai tifosi: «Ho sbagliato a dire quelle cose»
Prossimo articolo
CalabriaTra tanti infortuni c’è uno che recupera: Calabria si allena in gruppo