Milan, Scaroni rassicura Gattuso e allontana Conte

© foto www.imagephotoagency.it

Il nuovo Milan sta partendo e dopo il ricambio dirigenziale Elliott sta pensando ad una rivoluzione anche in panchina: ma Scaroni…

Il nuovo Milan corre veloce nelle mani solide e affidabili di Elliott. Il nuovo corso può infatti considerarsi ufficialmente iniziato con l’assemblea dei soci di settimana scorsa, nella quale sono stati ufficialmente deposti Yonghong Li e i suoi collaboratori cinesi, seguiti successivamente anche da Fassone e Mirabelli. Spazio invece, nel nuovo organigramma, per Paolo Scaroni, nominato presidente, Leonardo, che sarà annunciato nelle prossime ore ed è già al lavoro per rinforzare la squadra sul mercato e anche Umberto Gandini prepara il ritorno. La rivoluzione societaria potrebbe però non arrestarsi ai piani dirigenziali, bensì espandersi anche alla panchina rossonera: Rino Gattuso infatti, precedentemente confermato da Elliott, starebbe pian piano indebolendo la sua posizione, con il fondo americano che pensa già ad un’altra figura, di grandissimo spessore, per la guida tecnica del Milan già dal prossimo anno.

LA POSIZIONE DI GATTUSO – Il profilo di Gattuso è sempre stato, con il cambio di proprietà, uno dei pochissimi a non essere stato messo in discussione. Ma l’uscita di scena di Mirabelli indebolisce la posizione di Rino, non agevolato anche dagli screzi avuti con Leonardo ai tempi del passaggio del brasiliano all’Inter. Un episodio poi chiarito e per cui Gattuso si è anche scusato.

CHIAMATA – Tuttavia nella serata di oggi sarebbe arrivata la chiamata del presidente del Milan per rassicurare Ringhio sul futuro. Il mister verrebbe confermato per dare continuità al progetto tattico per la prossima stagione. Dunque per ora niente scossoni in panchina, anche se è chiaro che la nuova proprietà in futuro – a meno di clamorosi risultati positivi di Gattuso – vorrà un big per allenare il Milan.

Articolo precedente
abate ibrahimovicIbra, malinconia ed affetto verso il popolo rossonero: vuole tornare?
Prossimo articolo
GazidisMilan-Gazidis: l’Arsenal smentisce con un comunicato