Connettiti con noi

News

Fiorentina Milan 2-3, le pagelle rossonere: Golia Zlatan e Davide Brahim

Pubblicato

su

Il gigante svedese ed il folletto spagnolo in gol a Firenze prima del punto definitivo di Hakan Calhanoglu; benissimo Tomori, male Dalot

Ibrahimovic apre le danze ma un Milan apparso stanco va sotto e sembra soccombere al Franchi contro la Fiorentina che con il suo palleggio in mediana ha saputo mettere in difficoltà la squadra di Pioli finché la zampata di Brahim Diaz prima e il fendente di Calhanoglu poi, portano al successo fondamentale in chiave Champions. Da segnalare anche il preziosissimo rientro di Bennacer in mediana; queste le pagelle rossonere:

Donnarumma 5,5 Beffato dalla traiettoria, bella ma leggibile, di Pulgar, non può nulla invece sul gol di Ribery.

Dalot 5 Un inutile fallo su Castrovilli costa la punizione che porta al pareggio, in più necessita di convergenza per registrare passaggi e cross, quasi tutti sbagliati.

Kjaer 7 Non solo difensore granitico ma si rivela anche eccellente ‘assist-man’ per mandare in porta Ibrahimovic prima e Brahim Diaz poi.

Tomori 7 Ennesima prova verso il riscatto del cartellino; ad inizio ripresa Vlahovic lo mette in difficoltà ma per i restanti 80′ è semplicemente perfetto, con tanto di break che propizia il gol di Calhanoglu.

Theo Hernandez 6 Ha riacceso il motorino e le sue galoppate mettono in crisi la retroguardia viola.

Tonali 5,5 Finisce preso in mezzo dal palleggio della mediana fiorentina (dal 58′ Bennacer 7 Il suo rientro spiega perché il Milan abbia fatto fatica senza di lui; semplicemente imprescindibile là in mezzo).

Kessié 7 Non si limita più al semplice ‘schermo’ davanti alla difesa, adesso si cimenta anche nelle imbucate per creare occasioni ed il tutto gli riesce con grande disinvoltura.

Saelemaekers 5,5 Molti dei richiami di Pioli sono all’indirizzo del belga che fatica a trovare la corretta posizione in campo (dal 58′ Castillejo 5,5 Nulla di nuovo, purtroppo).

Calhanoglu 6,5 Dà l’impressione di essere fuori dal gioco ma con due giocate, prima manda in porta Ibra poi trova il gol dal nuovo vantaggio (dal 90′ Meite sv).

Brahim Diaz 6,5 Prima rischia il fallo da rigore su Ribery, poi trova il punto del pari nel momento più complicato del Milan e da quando Pioli lo accentra, la sua prestazione cresce a dismisura (dall’80’ Krunic sv).

Ibrahimovic 6,5 L’anno scorso gli fu ingiustamente annullato un gol fantastico, stavolta ci mette solo 9′ a trovare la rete con un movimento da bomber di razza purissima; ha anche la chance per il raddoppio ma stavolta esagera nello stile e centra la traversa con un cucchiaio; nella ripresa poi i legni diventano due con quel cross d’esterno che si stampa sul palo.

All. Pioli 6,5 Il suo Milan con una prima punta vera è una squadra forte e capace di vincere anche partite difficili e adesso che ha recuperato Bennacer la qualificazione Champions sembra più che alla portata.

FIORENTINA (4-4-2): Dragowski 6 (dal 44′ Terraciano 5,5); Martinez Quarta 5 (dal 79′ Callejon sv), Milenkovic 6, Pezzella 5,5, Caceres 5; Eysseric 6, Bonaventura 5, Pulgar 6,5 (dal 79′ Kouamé sv), Castrovilli 6,5 (dal 71′ Venuti 5); Ribery 6,5, Vlahovic 6. All. Cesare Prandelli 5,5.