Calhanoglu fantasma con l’ Austria Vienna, crisi nera per il turco

calhanoglu
© foto www.imagephotoagency.it

Calhanoglu è tra gli acquisti più deludenti del Milan, non sta rispettando le aspettative

Tra i tanti acquisti della calda estate rossonera c’è n’è uno che in particolare non sta rispettando le aspettative, Hakan Calhanoglu. Quando si comprano 11 nuovi giocatori è normale che ci sia qualche acquisto che deluda e questo sembra proprio il caso del turco.

PERIODO DIFFICILE – Sono ormai tante le partite steccate e anche oggi, purtroppo, è sembrato un fantasma. Calhanoglu è uno di quei giocatori che, vista la qualità dei piedi, potrebbe fare qualsiasi cosa con la palla tra i piedi ma l’impressione è che sia svogliato e spesso fuori dal gioco al limite dell’evanescenza. Come se fosse un entità paranormale, ogni tanto prova a manifestarsi ma non dà quasi mai l’impressione di poter terrorizzare le difese avversarie.

MONTELLA PROVA A SPRONARLO – Intervenuto in diverse conferenze stampa, Montella, parlando del giocatore, lo ha spesso definito “timido”, che deve prendere confidenza con il gol come successo con il Chievo ma la sensazione è che molto spesso scenda in campo senza voglia. Sono passati ormai tre mesi dall’arrivo in Italia ma Calhanoglu è tra i meno incisivi dei nuovi: le qualità tecniche non si discutono, serve però maggiore personalità da parte di un ragazzo che, in Germania, aveva mostrato ben altro.