Brocchi: «Non volevo continuare in un clima idilliaco per la squadra per cui tifo»

Brocchi
© foto Cristian Brocchi, allenatore del Monza

Cristian Brocchi, ex allenatore del Milan, ha rilasciato una lunga intervista a “Tutti convocati”, un programma che va in onda su Radio24. Nel corso dell’intervista ha toccato diversi argomenti

Brocchi, dopo aver rilasciato un intervista al Corriere della sera , ha parlato anche ai microfoni di “Tutti convocati”. Nel corso dell’intervista rilasciata ha toccato diversi argomenti, tra cui il suo passato rossonero e Gattuso.

Sul passato rossonero – «Quando tu alleni in una squadra importante come il Milan hai grandi responsabilità e un grande peso addosso, per farlo devi essere sostenuto, avere supporto della società, se sei un’allenatore giovane devi avere una società forte che ti tutela, in quel momento io sapevo che per me non era così, ho preferito quindi liberare il Milan, una società che amo, non volevo continuare in un clima idilliaco per la squadra per cui tifo»

Gattuso – «Sicuramente da un punto di vista mediatico è più forte, tutelato e rispettato di me, i tifosi hanno grande stima di lui per quello che ha fatto in campo, avrà più aiuto di me, poi saranno i risultati a fare la differenza, io spero veramente che anche un po’ di fortuna possa arrivare anche per lui e che possa fare bene come allenatore, per il bene suo e quello del Milan»