Biglia, ora vuole restare. A breve un incontro tra le parti

Biglia
© foto www.imagephotoagency.it

Biglia sul mercato oppure no, questo lo deciderà un incontro tra le parti che dovrebbe tenersi nei prossimi giorni a Milano

Biglia tra i partenti, o meglio tra quali verso i quali la società nutre forti dubbi, in base ai numeri registrati nella stagione in corso. Come vi avevamo già anticipato qualche giorno fa, la permanenza del ragazzo al Milan è tutta da valutare. Gattuso non considera l’argentino un elemento indispensabile per la propria squadra, al contrario di Bakayoko che da quando Biglia è uscito per infortunio, piano piano si è conquistato il posto in squadra da centrale di centrocampo, accusato spesso però di rallentare la manovra offensiva.

INGAGGIO PESANTE-Leonardo, inoltre, vorrebbe liberarsi di un pesante ingaggio di un giocatore che non sarà titolare nemmeno nella prossima stagione (anche con l’eventuale cambio di tecnico si punterà su un centrocampista più quotato). Enzo Montepaone, agente di Lucas Biglia, a Sportnews.eu ha confermato il possibile addio del proprio assistito a fine stagione.

MONTEPAONE- «Il ragazzo ha in testa soltanto i rossoneri e vuole concludere al meglio la stagione. La prossima settimana sarò a Milano per parlare con il club e capiremo tutto un po’ meglio. Boca Juniors? Si è vero. Il Boca me lo ha chiesto, ma ho risposto che aspettiamo la fine del campionato e poi vediamo quello che è meglio. E la seconda volta in 5 anni che il Boca mi chiede Lucas. Al momento non credo che Biglia possa tornare a giocare in Argentina. C’è di vero che abbiamo ricevuto una offerta importante da un grande club francese, non posso dire chi, ma è un top club della Ligue 1. Finiamo la stagione e vediamo».

LUI VUOLE RESTARE- Dunque incontro in vista tra il Milan e l’agente del giocatore, secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport nei prossimi giorni il procuratore arriverà a Casa Milan con l’obiettivo di prolungare il contratto in scadenza nel 2019. Resta da capire quali garanzie tecniche potrà avere il giocatore che, come sopra riportato, ha ricevuto un’offerta (o più offerte) dal Boca Juniors, buona e valutabile e dalla Cina, già rifiutata. L’argentino, come detto, ha inoltre molti estimatori in Francia ma la priorità restano i rossoneri, con i quali ora si imbatte nell’obiettivo finale, ovvero la qualificazione alla prossima Champions, nodo cruciale sulla decisione finale.