Andrè Silva, ormai è quasi a Milano: l’ultima a Giampaolo

© foto www.imagephotoagency.it

Andrè Silva, si avvicina la data del rientro per l’attaccante portoghese che avrà in Giampaolo l’ultima occasione per rimanere

Andrè Silva, come noto, non verrà riscattato dal Siviglia. Ritornerà al Milan in attesa di prendere una decisione definitiva sul proprio futuro. Giampaolo ha già fatto sapere che vorrebbe valutare da vicino le potenzialità del portoghese nelle prime settimane di ritiro, anche se la società non sembra disposta a concedere molto tempo al tecnico. Il motivo è molto semplice: il Milan punta a sfruttare qualsiasi offerta possa arrivare per cedere l’attaccante. In questo senso particolare attenzione bisognerà mostrarla verso la Ligue 1.

MARSIGLIA UNA POSSIBILITÀ- Il Marsiglia, infatti, ha presentato il nuovo allenatore Villas Boas, connazionale dell’attaccante rossonero. L’ex allenatore del Porto ha già richiesto alcuni giocatori per rafforzare la rosa e fra questi ci sarebbe anche Silva. La squadra francese ha una proprietà solida che lo scorso anno aveva investito 25 milioni per acquistare Strootman dalla Roma. In questo senso, i rossoneri potrebbero chiedere 30 milioni di euro per l’attaccante portoghese, soldi necessari a finanziare la campagna acquisti per la prossima stagione e a rientrare in parte dell’investimento di due anni fa pari a 38 milioni di euro.

DA QUI AL 30 GIUGNO- Dunque Il 30 giugno scadrà ufficialmente il prestito di Andrè Silva al Siviglia, poi con ogni probabilità sarà rientro, data entro la quale il Milan dovrà avere le idee chiare in merito. Arrivato con tante aspettative dal Porto, in Italia ha deluso nella stagione tra Montella e Gattuso. In Spagna, invece, le cose sono andate leggermente meglio ma solo inizialmente, la seconda parte è stata un disastro. Adesso il ritorno in rossonero, dove il prossimo tecnico Giampaolo sarebbe pronto ad accoglierlo previo piano ben preciso e senza offerta alcuna.

GIAMPAOLO ULTIMA POSSIBILITÀ- A quel punto partirà la fase di valutazione dell’attaccante. Il tecnico capirà se Andrè Silva potrà essere parte integrante del progetto rossonero oppure meno. Nel primo caso si aprirebbe di nuovo una concorrenza importante tra lui e Cutrone nel ruolo di vice Piatek (proprio come due anni quando la meglio l’aveva Kalinic), nel secondo il suo agente Jorge Mendes dovrebbe mettersi a lavoro per piazzarlo, e in quel caso la dirigenza dovrebbe poi sostituirlo con un altro attaccante, dato che per affrontare la prossima stagione serviranno almeno 3 giocatori in quel ruolo.