Rosetti a Milanello, ecco quando si utilizzerà il VAR

VAR
© foto www.imagephotoagency.it

Oggi Roberto Rosetti, ex arbitro internazionale e oggi responsabile del progetto italiano per il VAR, è stato ospite a Milanello

L’ex arbitro internazionale, oggi responsabile del progetto italiano per il VAR, Roberto Rosetti, ha incontrato questo pomeriggio presso la sala conferenze la squadra e lo staff tecnico a Milanello per condividere le linee guida e il funzionamento del “Video Assistant Referee” (VAR), già in azione proprio nell’amichevole persa dal Milan (proprio per “colpa” del VAR) contro il Real Betis a Catania (leggi qui). Un meeting durato oltre un’ora, animato da molte osservazioni e domande da parte di Mister Montella, i suoi assistenti e anche diversi giocatori.

Nel corso del workshop sono stati sottolineati in quali casi è previsto il VAR, essenzialmente in 4
situazioni di gioco:
1. Valutazione della regolarità di una rete che comprende anche i casi di fuorigioco;
2. Assegnazione o no di un calcio di rigore;
3. Espulsioni dirette (quindi non per seconde ammonizioni);
4. Scambio di identità tra giocatori.
In tutte queste situazioni, il VAR viene adottato solo dopo che l’arbitro ha preso una decisione (incluso il permesso di proseguire il gioco) o se un episodio importante non è stato visto dallo stesso arbitro e dai suoi collaboratori.