Primavera, harakiri Milan: il Chievo rimonta tre reti e pareggia 3-3

Frank Tsadjout
© foto www.imagephotoagency.it

Pareggio clamoroso del Milan Primavera che in casa del Chievo si fa rimontare tre reti nel secondo tempo: risultato finale 3-3

Si conclude con una beffa immensa la gara disputata questa mattina del Milan Primavera contro il Chievo Verona. La squadra rossonera affrontava in Veneto la formazione clivense che la superava in classifica di 8 punti, un altro importante test per la formazione di Giunti alla ricerca di risultati positivi per smuovere la classifica e portarsi fuori dalla zona retrocessione. L’avvio del Milan è straordinario con due reti siglate nel giro di appena otto minuti: Daniel Maldini al secondo minuto sblocca il risultato su sponda di Tsadjout mentre allo scoccare dell’ottavo minuto è Sala a realizzare in tap-in il momentaneo doppio vantaggio rossonero. Gara subito in salita per la formazione padrone di casa che non riesce a reagire e chiude la prima frazione addirittura sotto di tre reti: al 44′ è infatti Tsadjout a realizzare la rete più bella della giornata con un dribbling funambolico che si conclude con un tocco sotto a superare Malaguti.

Nella ripresa il disastro: i rossoneri scendono in campo sulle gambe e con il baricentro arretrato lasciandosi alla mercé dei padroni di casa che, come il Liverpool del 2005, rientrano sul manto erboso con la convinzione di poter fare l’impresa: e la fanno. Al minuto 67′ Rabbas, all’ottantadue Ravaglia e a cinque minuti dal novantesimo D’Amico realizzano la rimonta clivense affossando il morale dei ragazzi di Federico Giunti che al minuto 92′ rischiano addirittura la più grande beffa vedendo il Chievo sprecare l’occasione del sorpasso ancora con Ravaglia. Il risultato è un pareggio clamoroso ricco di emozioni e rimpianti per il Milan Primavera che dopo il successo contro il Palermo della scorsa settimana non conferma il proprio momento positivo restando ancorato alla zona retrocessione.