Seria A Tim: Parma-Milan 1-1, l’analisi del match!

Bakayoko Borini
© foto www.imagephotoagency.it

Rossoneri in vantaggio grazie a Castillejo ma non basta, i gialloblu trovano il pari

Un pareggio che sa molto di sconfitta quello del Tardini per i rossoneri. La squadra era chiamata una risposta importante ma non è stato così in termini di risultato e prestazione. Manovra lenta e prevedibile quella mostrata dagli undici schierati da Gattuso. Troppo solo ancora una volta Piatek, il polacco ha giocato per la squadra ma non è riuscito a essere pericoloso. Qualche segnale positivo da Suso, anche se ancora i buoni livelli di inizio campionato appaiono molto lontani. Ora testa all’impegno di Coppa Italia, la qualificazione anche mentalmente potrà essere l’adrenalina migliore per scuotere il gruppo.

Top e flop della gara contro il Parma

ZAPATA 6,5: il migliore del reparto difensivo per i suoi. Rapido e intelligente nella giocata. Tiene con ordine senza andare in difficoltà.

SUSO 6: meglio del solito lo spagnolo, più ispirato anche se ancora la migliore condizione è lontana. Quanto meno prova a scuotere la manovra di gioco.

CASTILLEJO 6,5: entra con buona foga agonistica. La sua rete da speranza ai fini del risultato finale. Propositivo in ripartenza.

DONNARUMMA 5: Incolpevole sulla rete subita ma insicuro spesso in uscita. Anche con i piedi c’è da migliorare. L’impiego di Reina sarebbe forse stato, più opportuno.

CONTI 5: anonimo il terzino. Mai presente in fase di spinta offensiva e spesso in crisi in zona difensiva. La condizione non è ancora delle migliori.

KESSIE 4,5: cammina in mezzo al campo il centrocampista: poco coinvolto nella manovra e lento ogni qualvolta tocca il pallone.