Pagelle di Bologna-Milan 1-2: Calhanoglu alta scuola, Suso sveglia!

Calhanoglu
© foto www.imagephotoagency.it

Le pagelle di Bologna-Milan 1-2, vittoria sofferta per i rossoneri che avrebbero potuta chiuderla molto prima. Bene Calhanoglu e Calabria, male (ancora) Suso e Rodriguez

Vittoria sofferta più del dovuto quella ottenuta oggi dal Milan sul campo del Bologna, tanti errori individuali che stavano rischiando di compromettere il match: Cutrone e Suso su tutti. La decidono due giocate individuali: quella di Calhanoglu e il gran destro di Bonaventura a chiudere il primo tempo in vantaggio per i rossonero. Il paradosso però accade nella ripresa in cui il Milan sale in cattedra, crea, sbaglia tanto e subisce gol chiudendo la seconda frazione con un parziale di 1-0 per il Bologna. Ecco i voti del match di Milan News 24.

Donnarumma 6: non una giornata da ricordare per l’estremo difensore rossonero che non ha grosse colpe ma oggi il sole del Dall’Ara sembra avergli compromesso gran parte delle uscite.

Calabria 7: Solita partita infaticabile per il numero 2 rossonero che si conferma essere uno dei giocatori più in forma dell’intera rosa. A soli 21 anni ha già acquisito un’esperienza da veterano, suo il miracolo sulla linea che non ha permesso al Bologna di accorciare prima il risultato.

Bonucci 6: Buona prova del centrale milanista contro la fisicità dei giocatori rossoblù, qualche apprensione dopo il colpo infertogli da Avenatti ma niente di grave.

Zapata 6,5: Giganteggia di testa su quasi tutti i palloni che ricadono nell’area rossonera, con lui in campo la mancanza di Romagnoli è di tanto attenuata.

Rodriguez 5,5: E’ oggettivamente il punto debole delle due corsie rossonere, rispetto a Calabria non fluidifica e non genera sovrapposizioni costanti costringendo Calhanoglu agli straordinari.

Kessie 6,5: Partita di quantità per il centrocampista ivoriano, recordman di presenze tra i rossoneri, è lui il primo a far cambiare passo alla manovra milanista partendo dalla propria metà campo.

Locatelli 6: L’ammonizione è ormai una costante, grave quando è ricevuta dopo appena venti minuti. La gara del giovane centrocampista rossonero è però attenta e senza grosse sbavature.

Bonaventura 6,5: Autore di una gara non eccelsa nei contenuti ma s’inventa un gol che, da solo, regala tre punti al Milan e un mezzo voto in più in pagella. 85′ Montolivo: sv

Suso 5: Inconcludente, spento e senza idee. Questa la descrizione dell’ultimo mese di Suso. Oggi Gattuso gli concede addirittura di finire la partita nonostante fosse decisamente l’uomo più affaticato del fronte offensivo.

Cutrone 6: La sponda a Cutrone che è valsa la prima rete è da attaccante vero, l’errore sull’assist di Suso no. Cutrone è un centravanti ancora da formare ma oggi non ha demeritato la maglia da titolare. 80′ Kalinic: sv. 

Calhanoglu 7,5: Sblocca il risultato e fornisce l’assist a Bonaventura che vale il raddoppio, in mezzo una gara attenta e qualche colpo di alta scuola. Se lui gira il Milan gira, certo però che la si poteva chiudere prima. 76′ Borini 6: Corre tanto ma non crea pericoli.

Allenatore: Gattuso 5,5: Solita formazione per Gattuso che decide di affidarsi a Locatelli sulla linea mediana, bravo a non toglierlo nonostante l’ammonizione dopo appena venti minuti. Sul finale però i cambi rischiano potenzialmente di comprometterla pensando più a coprirsi piuttosto che ad offendere, questa volta gli è andata bene.

BOLOGNA (4-3-3): Mirante 6,5; Mbaye 6, Gonzalez 5, De Maio 6, Masina 6; Nagy 5, Pulgar 5,5, Poli 5,5; Verdi 6, Palacio 6, Orsolini 6. 

Articolo precedente
varMoviola e Var di Bologna-Milan: annullata rete ai rossoblù per fallo di mano
Prossimo articolo
Gattuso: «Pecco d’inesperienza, ma siamo una squadra giovane. A volte vorrebbero prendermi a testate»