MN24 – Milan, al via i controlli sanitari: quando e come tornerà ad allenarsi

Milanello Milan
© foto Il nutrizionista dott. Avaldi parla della dieta dei giocatori rossoneri

Milan, iniziati i controlli sanitari in vista della ripresa degli allenamenti indiviudali a Milanello: ecco date e modalità

Nella giornata di ieri vi abbiamo comunicato della volontà da parte del Milan di non accelerare i tempi del rientro a Milanello, come fatto dall’Inter che riprenderà domani, se non prima aver compiuto tutti i controlli sanitari del caso su giocatori, membri dello staff e impiegati del centro sportivo.

Quando il ritorno in campo

Una serie di test che renderanno ancora più chiara e definitiva la situazione relativa allo stato di salute di tutti i tesserati, ad esclusione di Kessié e Ibra non ancora tornati a Milano, con la ripresa degli allenamenti individuali nel centro sportivo di Milanello che slitterebbe così agli ultimi giorni della settimana.

Le modalità di allenamento

Compreso il giorno ecco quali saranno le modalità: il Milan seguirà i protocolli varati dalle altre società (kit di allenamento individuale e bottigliette personali per evitare ogni tipo di contagio) e divisione della sessione di allenamento in due tranche (mattina e pomeriggio) con un singolo giocatore che sarà chiamato ad allenarsi individualmente, nel pieno rispetto delle distanze, in ogni metà dei 6 campi presenti nel centro di Carnago.

Il ritorno agli allenamenti individuali tuttavia non certificano anche la ripresa del campionato di Serie A che dovrà essere deciso nelle prossime settimane dal Governo in collaborazione con la comunità scientifica. Qualora si decidesse di concludere l’attuale stagione agonistica è tuttavia scontato lo svolgimento a porte chiuse di tutte le partite mancanti. Oltre al massimo campionato italiano il Governo dovrà anche decidere riguardo al regolare svolgimento dei campionati di B e C e dei campionati Primavera, compreso il Primavera 2 che vede già il Milan matematicamente campione, e Serie A femminile mentre sono già stati decretati conclusi gli altri campionati giovanili e dilettantistici che si sarebbero dovuti svolgere su territorio italiano.