Mirabelli al contrattacco: «Maldini ha offeso i calabresi, impari a fare il dirigente»

Mirabelli
© foto Massimiliano Mirabelli, ex ds del Milan

Mirabelli ha voluto rispondere a Paolo Maldini dopo le parole del direttore tecnico rossonero rilasciate all’Ansa

Intervenuto ai microfoni di Sportitalia, Massimiliano Mirabelli, ex direttore sportivo del Milan, ha voluto rispondere a Paolo Maldini. Ecco le sue parole: «Mi sono fatto una risata. Io dico sempre quello che penso… Mi dispiace perché così offende tutti i calabresi. Nulla da dirgli, non deve perdere tempo a rispondere. Il Milan ha una grandissima proprietà. Maldini dovrebbe rispondere alla società e ai tifosi. Io un diploma l’ho preso… Si riferiva al mio accento calabrese ma io sono fiero di averlo. Maldini stato un grande campione, magari col tempo imparerà anche a fare il dirigente».

SULLA SUA GESTIONE – «Noi in quell’anno siamo stati attaccati da più parti ma abbiamo fatto una finale di Coppa Italia e ha sfiorato la Champions. Tutto in un solo anno. Per noi fu un anno importante, abbiamo ricevuto le nostre critiche. Non abbiamo avuto il tempo necessario per portare a compimento il lavoro».

RINNOVO DONNARUMMA – «Difficile arrivare ad un rinnovo, noi ci siamo riusciti. Così come tanti altri. Non è una cosa semplice, ecco perché chi sta lavorando su questo rinnovo può capire le difficoltà. Mi auguro che il Milan possa rinnovarlo perché Gigio è uno di portieri più forti al mondo ed è giusto che resti lì».

SU ELLIOTT – «Difficile trovare in Italia una proprietà solida come Elliott. Il problema non è chi arriva, ma dare continuità al progetto. Sarebbe stato più semplice far lavorare chi già sta lavorando e concludere un ciclo. Quando cambi spesso sei sempre all’anno zero».