Milan, venerdì non solo Roma: rossoneri attesi da un secondo impegno fondamentale

leonardo milan inter difficoltà
© foto www.imagephotoagency.it

Doppio impegno per il Milan nella giornata di venerdì, non solo la Roma dunque ma un altro appuntamento molto importante

Giornata fondamentale venerdì in casa Milan, saranno due gli impegni da seguire con molta attenzione, uno dei quali determinante da qui e fino a Dicembre. I rossoneri dalle 20:30 affronteranno la Roma a San Siro per il terzo turno di campionato, dopo aver conosciuto le tre avversarie di Europa League dei gironi di qualificazione che condurranno ai sedicesimi di finale. Appuntamento a Montecarlo dalle ore 13. Lo scorso anno il Milan incontrò AEK Atene, Rijeka ed Austria Vienna: un girone non particolarmente impegnativo che ad ogni modo i rossoneri superarono non senza difficoltà. Anche quest’anno il Milan sarà con ogni probabilità in prima fascia, visto il suo nono coefficiente UEFA più alto tra le squadre al momento qualificate. Il sorteggio avverrà al Grimaldi Forum di Montecarlo e sarà trasmesso da Sky Sport, il quale detiene i diritti della competizione fino al 2021. L’evento seguirà il sorteggio Champions, in programma giovedì sempre a Montecarlo. Per definire il quadro dei sorteggi di Europa League mancano ancora le gare di ritorno dei play off, giovedì sera l’Atalanta sarà di scena a Copenaghen per portare a casa un pari con goal, dopo lo 0-0 maturato a Reggio Emilia la scorsa settimana.

E POI LA ROMA- Se la squadra che arriverà a San Siro è la stessa (atleticamente) che ha affrontato l’Atalanta, Gattuso può trascorrere una settimana senza particolari preoccupazioni. Basterebbe guardare il pugno sferrato da Di Francesco contro la panchina ( frattura del quinto metatarso della mano sinistra, operata in mattinata a Villa Stuart) per capire lo stato di salute atletica di una squadra che anche l’anno scorso, pronti via, ha faticato molto. La Roma del primo tempo è apparsa brava (e fortunata) con quel goal di tacco di pastore ma poi lenta e sbilanciata in occasione delle 3 reti bergamasche nell’arco di 45 minuti. L’Atalanta è poi crollata proprio perchè il calcio d’agosto è questo, 60/70 minuti di resistenza, prima di arrancare in tutti i reparti. Vedremo cosa succederà venerdì, di sicuro il Milan contro il Napoli in certi frangenti è parso più equilibrato sia sul piano dell’impostazione tattica che del gioco.

Articolo precedente
GasperiniGasperini: «Mai allenato un grande club, meglio l’Atalanta dell’Inter»
Prossimo articolo
Gattuso MilanelloGattuso, la pressione aumenta: il tecnico fa sentire la voce nello spogliatoio