Connettiti con noi

Esclusive

Milan Ultras Malta compie 15 anni: l’intervista – ESCLUSIVA MN 24

Pubblicato

su

In occasione del 15° anniversario di Milan Ultras Malta, è intervenuto ai microfoni il responsabile in esclusiva di Milannews24.com

Tempo di anniversari anche tra i gruppi che sostengono il Milan. Oggi, 16 ottobre, è il 15° anniversario del Milan Ultras Malta, gruppo organizzato di supporters rossoneri internazionali, che accompagnano la squadra ad ogni partita. Ai microfoni di Milannews24.com, in esclusiva, è intervenuto il responsabile Kurt, che ci ha parlato di come nasce il gruppo, le trasferte più simboliche ma, soprattutto, ci ha parlato anche della squadra di Pioli. Ecco le sue parole

Come nasce il gruppo: «Eravamo nel Milan Club Malta, ma ad alcuni di noi non piaceva la troppa quiete del tifo. Da lì allora abbiamo creato un gruppo per andare allo stadio, per creare un’atmosfera unica ai tifosi milanisti di Malta che ci hanno seguito poi negli anni. Siamo partiti in undici persone, oggi siamo in centocinquanta persone, tutto organizzato».

Quali sono i ricordi più belli di questi anni: «Il Milan è venuto a Malta nel 2007, creammo supporto ai ragazzi, tanto che Seedorf ci disse che dovevamo venire sempre allo stadio. La prima trasferta storica fu la finale di Atene in Champions League. Abbiamo partecipato poi alla festa scudetto del 2011, allo stadio e in Piazza Duomo. Infine, abbiamo seguito la trasferta di Roma contro la Juventus in finale di Coppa Italia contro la Juventus nel 17/18. Ogni anno veniamo a Milano almeno due volte da Malta tutti insieme, ma in ogni gara abbiamo sempre alcuni nostri rappresentanti».

Un parere sul Milan attuale: «Innanzitutto ci dispiace non poter supportare a pieno i ragazzi per il Covid. Il Milan di quest’anno mi piace dell’anno scorso, giocano davvero bene ed è un ciclo che sta nascendo, con ragazzi forti e giovani. La dirigenza sta facendo un ottimo lavoro ed è cresciuta molto nelle ultime due stagioni. C’è sintonia nel club, tutti sanno cosa devono fare».

I singoli che piacciono maggiormente al gruppo: «Dei singoli ci sta stupendo Brahim Diaz, che è il pupillo del gruppo Milan Malta, gioca per la maglia, ama i tifosi, esulta con noi e gioca un calcio stupendo. Anche Kessié ci piace, però la questione rinnovo ci ha un pochino deluso, però finché è del Milan lo supporteremo».

Sul loro ritorno allo stadio: «Noi come gruppo stiamo aspettando il 100% della capienza, poi quando accadrà cercheremo di essere nuovamente tutti presenti. Per il momento ci accontentiamo dei rappresentanti allo stadio, ora vediamo le partite qui a Malta, ma presto vorremo tornare stabilmente a casa nostra che è San Siro».