Milan, tu come un passante all’interno di una sparatoria

Fassone Mirabelli
© foto www.imagephotoagency.it

Il Milan potrebbe essersi ritrovato in una lotta politica tra la Fifa e la Uefa. La guerra fredda tra i due organi è nata per il nuovo Mondiale per club

Il Milan è come quel passante che per sua sfortuna si ritrova in una sparatoria e viene ucciso. Questa è la frase migliore per descrivere la situazione attuale del club rossonero. I rossoneri, per loro sfortuna, si sono ritrovati all’interno di una sparatoria tra la Fifa e la Uefa, dove a farne le spese è stata l’immagine del club rossonero. Il club di Via Aldo Rossi si è ritrovato nel posto giusto ma al momento sbagliato

SETTLEMENT AGREEMENT – Il Milan aveva richiesto alla Uefa il Settlement Agreement, in pratica una sorta di patteggiamento, vedendosi negata la richiesta dal massimo organo europeo. Secondo molti esperti, tra cui Lago, cioè uno dei padri fondatori del Financial Fair Play, c’erano tutte le condizioni per portare la Uefa ad accettare le richieste dei rossoneri. Questo, quindi, infittisce ancora di più il mistero intorno a questa vicenda. Secondo quanto riportato da Marca, la Uefa starebbe manovrando i fili per boicottare il nuovo Mondiale per Club voluto da Infantino e dai club più prestigiosi. La nuova formula prevede un Mondiale per club con inviti, creando così una sorta di Superlega. Tra le squadre invitate a partecipare c’è anche il Milan. La Fifa, tramite la figura di Zvonimir Boban, ha incontrato il club rossonero per discuterne.

Quindi, di conseguenza, la Uefa potrebbe aver deciso di punire il Milan per lanciare un chiaro messaggio ai club e alla Fifa.

Articolo precedente
Cutrone ItaliaCutrone blinda Gattuso e boccia Montella: «Dal suo arrivo lo spogliatoio è più unito. È stato un fattore» 
Prossimo articolo
Clamoroso Milan, è guerra tra Yonghong Lì e Berlusconi