Milan su Saint-Maximin: la sua valutazione lievita per colpa di una clausola

Saint-Maximin
© foto Twitter

Il prezzo di Saint-Maximin lievita e il Nizza non fa sconti: ora l’interesse del Milan nei confronti del classe ’97 si è raffreddato

Nelle ultime settimane vi abbiamo parlato di un forte interesse da parte del Milan, già manifestato nella scorsa sessione invernale, nei confronti dell’esterno francese del Nizza Saint-Maximin. Dopo un’offerta ufficiale, declinata dal club transalpino, del Borussia Dortmund infatti il Milan avrebbe deciso di prendere tempo aspettando di capire come si evolverà la carriera di Maximin da qui fino a luglio. L’ultima novità proveniente da Nizza però riguarda il contratto del giovane talento che non andrà più in scadenza nel 2020, bensì nel 2022 in funzione di una clausola scattata nel suo contratto.

Tale novità non modifica le possibilità di poter veder partire Saint-Maximin in estate, lui stesso ha ormai dichiarato ufficialmente la propria intenzione di lasciare la Francia, ma potrebbe far lievitare ulteriormente il costo del suo cartellino. Il Nizza chiede infatti 35 milioni per il classe ’97, cifra che adesso non lo fa più apparire coi contorni di un’affare di calciomercato ma come un vero e proprio investimento. I recenti problemi caratteriali evidenziati dal rapporto conflittuale con Vieira l’hanno paragonato già a Mario Balotelli (suo ex compagno di squadra), un modello non esattamente positivo per un giovane calciatore. Per questi motivi l’interesse del Milan nei confronti di Saint-Maximin si starebbe leggermente raffreddando ma fino a giugno/luglio le cose possono cambiare molto rapidamente.