Milan, che rimpianto aver ceduto Cristante

© foto www.imagephotoagency.it

La cessione di Cristante al Benfica potrebbe essere stato un errore, il centrocampista dell’Atalanta potrebbe diventare un altro rimpianto per i rossoneri.

Bryan Cristante è uno dei punti fermi dell’ Atalanta di Gasperini, acquistato dal Benfica per sostituire la partenza di Gagliardini, ora si sta prendendo sempre più in mano le chiavi del gioco nerazzurro. Aveva esordito in Serie A proprio con l’Atalanta ma con la maglia del Milan, segnando anche 1 goal con un bel tiro di destro. Il Milan, evidentemente, non aveva intenzione di aspettarlo e per questo decise di non puntare su di lui e, tra il malcontento generale della tifoseria rossonera, cedette il baby centrocampista al Benfica.

Un altro caso Aubameyang – il calciatore neroazzurro potrebbe diventare un altro rimpianto per i rossoneri, proprio come è accaduto con l’attaccante del Borussia Dortmund. Sono tante le cose in comuni che hanno questi due giocatori partendo dalla crescita nel vivaio rossonero, passando per diverse esperienze negative fino a diventare un vero top player. In difesa della vecchia proprietà rossonera c’è da dire una cosa: Cristante, fino al suo approdo all’ Atalanta, ha deluso in tutte le squadre in cui ha giocato.

L’effetto Gasperini – Bryan Cristante è stato abile nel sfruttare la capacità di Gasperini nel far crescere i giovani calciatori, così come ha cambiato ha fatto svoltare la carriera di Suso il buon Gasperini potrebbe anche aver fatto svoltare quella dell’ex centrocampista rossonero, autore anche oggi di una splendida partita in cui ha messo assegno una doppietta.