Milan, otto giocatori in bilico: ora bisogna conquistarsi il posto

© foto www.imagephotoagency.it

Milan, è il momento di dare tutto per conquistarsi il posto anche per la prossima stagione soprattutto in caso di qualificazione Champions

Milan sugli scudi per via del pari dell’Atalanta, rimane solo la Roma a far davvero paura ai rossoneri, ora in vantaggio di un punto sui giallorossi e con la Lazio che domani recupererà contro l’Udinese. Le buone notizie ad ogni modo non “salvano” coloro che ad oggi ancora si giocano il posto in squadra, oltre all’incertezza su che tipo di stagione farà il Milan il prossimo anno c’è anche quella relativa ai giocatori titolari che comporranno la prossima rosa di Gattuso (anche per lui tutto da decidere). Molto dipenderà dalla qualificazione alla prossima Champions, se il Milan giocherà la massima competizione europea allora dovrà costruire una squadra europea appunto, facendo determinate considerazione sul reale valore dei singoli.  Come riporta La Gazzetta dello Sport, infatti, sarebbero otto i rossoneri in bilico.

DIFESA- Partiamo dalla difesa e da Andrea Conti, troppo spesso fuori per infortunio, intorno al quale aleggia una sorta di mistero relativo al reale recupero del terzino. Gattuso gli preferisce Calabria (anche lui in bilico) probabilmente per un’idea di gioco differente dalle caratteristiche del ragazzo…probabilmente. Musacchio? Una buona stagione vicino a Romagnoli ma in Europa forse servirebbe di più.

CENTROCAMPO- A centrocampo i dubbi riguardano tutta la linea mediana: il primo in lista è Bakayoko, il centrocampista francese nonostante ad oggi sia un intoccabile di Gattuso, rimane comunque un giocatore del Chelsea fino a che il Milan non avrà versato 35 milioni di euro nelle casse londinesi. Biglia? quasi sicuramente il centrale, molto sfortunato quest’anno, lascerà l’Italia per tornare in Argentina al Boca, mentre per quanto riguarda Kessie, una volta riscattato si deciderà il da farsi in modo da poter realizzare una plusvalenza dignitosa.

PIATEK SI SALVA- Davanti se la passa bene solo Piatek, con Suso e Calhanoglu chiamati ad un finale diverso dal resto della stagione, il turco da mezz’ala si sta comportando molto bene, anche lo spagnolo sembra in netta ripresa, molto buona la partita con la Lazio ma anche a Torino si erano viste delle cose interessanti, molto più che a Genova.