Milan-Napoli, la tattica: c’è un problema Bonaventura per Rodriguez

Bonaventura
© foto www.imagephotoagency.it

Ieri pomeriggio si è giocata Milan-Napoli, la partita più importante delle ore 15. Una sfida che poteva dire molto sul destino del campionato, i rossoneri sono rimasti con il distacco invariato a causa del derby finito 0-0

Milan-Napoli è stata la partita più importante delle 15. Su San Siro c’erano gli occhi di tutta l’Italia calcistica, erano diversi i motivi per guardare la partita. Da una parte c’era chi sperava in un passo falso dei rossoneri per non perdere altri punti e chi sperava di scrollarsi di dosso la prima avversaria, dall’altra parte c’era la Juventus che sperava di vedersi consegnato il settimo scudetto consecutivo.

LA TATTICA – Il Milan ha diversi problemi che deve assolutamente risolvere nella prossima stagione, anche attraverso il mercato invernale. Fase difensiva: ci si aspettava un bagno di sangue per la squadra rossonera ma la diga Musacchio-Zapata ha retto benissimo l’urto dell’attacco napoletano, anche grazie all’aiuto di Donnarumma e di Biglia. Fase offensiva: i rossoneri hanno diversi problemi che nelle ultime partite sono diventati evidenti. Se la mezzala destra funziona benissimo, quella di sinistra, cioè Bonaventura, lascia molto a desiderare. In fase d’attacco occupa spesso la fascia destra, impedendo a Calhanoglu di accentrarsi e a Ricardo Rodriguez di salire. A destra c’è il problema Suso. L’esterno spagnolo gioca svogliato, facendo spesso perdere palla alla sua squadra, rallentando l’azione fino a farne svanire la pericolosità.

Articolo precedente
donnarummaMilan-Napoli, Donnarumma: «Era un video personale, non so come sia uscito.»
Prossimo articolo
Calciomercato Milan, perché potrebbe essere giusto cedere Bonaventura e Suso