Milan, Gattuso ritrova Locatelli: il ragazzo ora è soddisfatto per la fiducia del mister

Locatelli
© foto www.imagephotoagency.it

Una buona prestazione quella di Locatelli contro il Bologna, Gattuso lo schiera dal primo minuto, lui risponde molto bene e senza particolari problemi

Una prestazione sufficiente, una gara a ritmi decisamente da rodaggio quella di Manuel Locatelli, centrocampista rossonero utilizzato pochissimo da Gattuso ma che ieri è stato inserito dal primo minuto al posto di Biglia. Locatelli che ha superato Montolivo nel ballottaggio, ha mostrato attenzione e sicurezza in mezzo al campo, chiaro è che un giocatore come lui avrebbe bisogno di giocare sempre, per sua stessa ammissione. Una sufficienza è giusto dargliela ma siamo ancora lontani da quella figura capace di dettare tempi e ritmi in fase d’attacco e di ripiegare in difesa, in fase di copertura. Saltare l’uomo e creare la superiorità numerica è sicuramente nelle sue corde, qualità tecniche che solo giocando potranno emergere, sfruttando la giovane età. Dopo la vittoria contro il Bologna, Locatelli è intervenuto a Milan TV per commentare una vittoria necessaria allo spogliatoio rossonero e ad una classifica sempre più pericolosa in chiave Europa: «Vittoria fondamentale, importantissimo dopo la figura col Benevento. Avremmo potuto vincere quattro a zero ma adesso contano solo i tre punti. A livello di entusiasmo questa vittoria ci deve dare qualcosa, abbiamo quattro gare da vincere e poi vedremo. Certamente non molliamo oggi. Sono contento, soddisfatto anche per la fiducia del mister. Non giocavo da un po’ e all’inizio ho dovuto adattarmi. Eravamo uniti, quando qualcuno sbagliava eravamo già tutti pronti. Abbiamo tre grandissime punte, ci sta che segnino anche i centrocampisti in giornate così.Verona? Abbiamo in mente ciò che è successo col Benevento, la testa sarà al massimo. Prima penseremo all’Hellas e poi alla Juventus».

Se Locatelli ha convinto Gattuso lo capiremo sabato contro il Verona, un’altra gara fondamentale prima della finale di Coppa Italia e dei due scontri diretti con Atalanta e Fiorentina che andranno a chiudere il campionato. L’Atalanta, sesta in classifica attende il Milan a Bergamo, la Viola invece sarà ospite a San Siro domenica 20 Maggio.

Articolo precedente
Cutrone André SilvaMilan, il Verona prima della finale di Coppa Italia: urge ritrovare l’attacco
Prossimo articolo
Fassone MirabelliGattuso ora lo ammette, serve un attaccante da 20 goal: attenzione alla Premier