Milan: tra presente e futuro. E se restasse Gattuso?

© foto www.imagephotoagency.it

Ancora sei punti a disposizione, il Milan adesso crede all’impresa

Fiducia: in questo momento è questa la parola d’ordine in via Aldo Rossi. Dopo le due vittorie consecutive in campionato, la squadra è tornata a respirare e l‘obiettivo Champions resta difficile ma non impossibile. Il prossimo ostacolo, si chiama Frosinone. Il Milan potrà contare sul grande supporto del pubblico che riempirà il Meazza per credere all’impresa. Con l’Atalanta occupata allo Stadium tutto è possibile. Futuro e progetto societario, potrebbero mutare all’improvviso. Gli introiti sarebbero di circa 50 milioni, soldi che di certo sarebbero poi reinvestiti per rinforzare l’organico. Che dire, nel giro di qualche settimana, tutto è di nuovo cambiato. Il ritiro punitivo ha fatto bene al gruppo, che ha ritrovato voglia e motivazione per affrontare queste partite finali prima del traguardo.

Gattuso non pensa al futuro ma solo al campo…

Gattuso a fine stagione con tutta probabilità lascerà. Ma attenzione poi al possibile colpo di scena. Il tecnico calabrese evita di rispondere a questa domanda per il momento e fa bene. Vuole concentrarsi solo verso l’obiettivo: il campo. Bisogna vincerle tutte e potrebbe non bastare. Dunque poche chiacchiere e tanto lavoro al fine di conquistare tutti i punti a disposizione. Non guarda in casa degli altri, pensa solo ai suoi giocatori. Prepara con minuziosità tutte le gare, con video-analisi e tattica prima di ognuna di esse. Non sono ammessi errori, per tornare nell’Europa delle grandi conta solo vincere.