Milan, Assemblea dei Soci: le dichiarazioni di Fassone e Capelli

Fassone
© foto www.imagephotoagency.it

A Casa Milan si è tenuta l’Assemblea straordinaria dei soci del club rossonero, la riunione era stata esplicitamente richiesta da Marco Fassone

In Casa Milan si è tenuta l’assemblea straordinaria dei soci del club rossonero, voluta da Marco Fassone. La riunione era stata richiesta dall’Amministratore Delegato del club rossonero per modificare il bond emesso a Vienna e l’articolo numero numero 5 dello statuto del club rossonero.

LE DICHIARAZIONI DI FASSONE – Marco Fassone ha voluto rispondere a una domanda rivolta dall’azionista Gatti, ecco la sua risposta: «Abbiamo bisogno di spostare un pezzo di bond da 54 milioni emesso a Vienna per il mercato dall’ottobre 2018 al giugno 2019, ma non c’entra nulla la liquidità: lo facciamo perché, spostando una porzione piccola (da 15 milioni) in proporzione alla liquidità che la federazione ci impone, siamo così perfettamente aderenti ai parametri di liquidità della federazione. Ergo risulta un aspetto squisitamente tecnico»

1) Proposta di modifica del regolamento del prestito obbligazionario garantito non convertibile, denominato “Prestito Obbligazionario Garantito Associazione Calcio Milan S.p.A. 2017-2018 – Serie 2”. Deliberazioni inerenti e conseguenti.

LE DICHIARAZIONI DI CAPELLI – Sulla mancata modifica del secondo e terzo punto è intervenuto Roberto Cappeli. Ecco le sue dichiarazioni: «Devono essere concordate con l’obbligazionista Elliott e non c’è stato tempo anche a causa del ponte festivo di raggiungere un accordo in questi tempi, pertanto il socio di maggioranza ci ha comunicato che intende astenersi su questa delibera, con il secondo e terzo punto che non verranno trattati in questa assemblea ma nella prossima»

Articolo precedente
Milan, Assemblea dei soci: modificato il bond
Prossimo articolo
Filippo GalliPobega e Torrasi, il futuro dei due giovani rossoneri