Kabak, lo Stoccarda apre al Milan: «Non resterà, c’è una clausola»

Kabak
© foto Twitter

Sembra essere segnato il futuro di Kabak che difficilmente resterà allo Stoccarda nella prossima stagione: il Milan può pagare la clausola

Ozan Kabak potrebbe fare al caso del Milan, il difensore turco classe 2000 è infatti destinato a lasciare lo Stoccarda al termine della stagione, complice anche la retrocessione del club tedesco in seconda divisione. Queste le parole del DS teutonico: «C’è una clausola di uscita sul mercato e c’è un club che lo attira. Bisogna essere realistici, non pensiamo che possa restare insieme a noi. Dietro la sua clausola ci sono ovviamente dei limiti, non è valida per sempre». 

Il 19enne originario di Ankara è stato autore di un ottimo campionato, a livello individuale, con la maglia dello Stoccarda nella passata stagione riuscendo ad inanellare 17 presenze e 3 reti. Un bottino che però non è bastato per garantire la salvezza della formazione allenata da Nico Willig ma che ha rilanciato le quotazioni del giovanissimo difensore centrale descritto da molti come la futura colonna portante della Nazionale turca. La clausola rescissoria attualmente presente nel contratto di Ozan Kabak con lo Stoccarda è di 15 milioni di euro, una cifra tutt’altro che proibitiva considerando che si sta trattando di un “millennial” già con esperienza internazionale avendo giocato oltre 35 partite con la prima squadra sia di Galatasaray che di Stoccarda.