Ibrahimovic Milan: dettagli, esordio e presentazione. Tutto sul ritorno di Zlatan

Ibrahimovic
© foto www.imagephotoagency.it

Ibrahimovic al Milan, il centravanti svedese ha detto sì al ritorno in rossonero: quando esordirà, il numero di maglia e le cifre dell’operazione

Il ritorno di Zlatan Ibrahimovic al Milan è ora ufficiale. Finalmente la trattativa è andata in porto dopo settimane di estenuante attesa da parte del Diavolo. L’accordo con Mino Raiola e il fuoriclasse di Malmo è stato trovato sulla base di un contratto di 6 mesi da tre milioni di euro e mezzo di euro con prolungamento per altri 12 mesi da sei milioni raggiungibile in seguito a risultati individuali (gol e presenze) che Zlatan dovrebbe raggiungere nel corso di questa stagione.

IBRA-DAY: SEGUI IL GIORNO DEL RITORNO DI ZLATAN IBRAHIMOVIC AL MILAN 

Ibra al Milan, le date di presentazione ed esordio

L’idea della dirigenza rossonera è quella di testare le condizioni di Zlatan Ibrahimovic, fermo dallo scorso ottobre, ma non da lunedì nella ripresa degli allenamenti; l’arrivo di Ibra a Milano avverrà il prossimo 2 gennaio per poi valutare se schierarlo dal primo minuto già nella sfida contro la Sampdoria del prossimo 6 gennaio o più probabilmente per la sfida contro il Cagliari dell’undici. Lo svedese atterrerà intorno alle 11 di domani mattina all’aeroporto di Linate. In seguito si recherà a svolgere visite mediche e firma a casa Milan. L’ufficialità di Zlatan Ibrahimovic al Milan è arrivata nel tardo pomeriggio di venerdì 27 dicembre mentre la presentazione ufficiale di Zlatan Ibrahimovic al Milan avverrà giovedì 3 gennaio alle ore 10 a Casa Milan.

Come cambia il Milan con Ibrahimovic: Piatek va rivalutato

Sul modulo da utilizzare con Ibrahimovic al Milan, l’idea di Stefano Pioli dovrebbe essere quella di confermare il 4-3-2-1 fino ad ora utilizzato con Zlatan che si destreggerà al fianco di uno tra Bonaventura e Suso alle spalle della prima punta Piatek andando però spesso ad affiancarlo all’interno dell’area di rigore avversaria.
La speranza della dirigenza rossonera è che la presenza di un fuoriclasse sempre voglioso di vittorie come Ibra possa non solo riportare entusiasmo e concentrazione in quel di Milanello, ma possa anche rivalutare a livello tecnico determinati giocatori come il già citato Piatek ma anche Suso, Calhanoglu, Bonaventura e Paquetà.

Quale sarà il numero di maglia di Ibrahimovic al Milan: ecco le possibilità

Zlatan Ibrahimovic ha deciso di dire sì alla proposta del Milan, in attesa dell’ufficialità proviamo a capire quale potrebbe essere il numero scelto in questo ritorno in rossonero dal centravanti svedese. La 9, attualmente occupata da Piatek, è esclusa mentre potrebbe tornare in auge la 11 detenuta nel corso della sua ultima avventura a San Siro, la maglia è attualmente di proprietà di Fabio Borini sempre più vicino alla cessione al Genoa. Gli altri numeri vagliati in carriera da Zlatan sono stati l’8 (attualmente di Suso), il 10 di Calhanoglu e il 18 (al primo anno al Psg) attualmente sulle spalle di Ante Rebic. Intanto prende quota sui social la mozione di Sport Mediaset che consiglia ad Ibra ed al Milan di utilizzare la libera maglia uno con l’hashtagh #IbraNumero1.

Calciomecato Milan, non solo Ibra: in pugno anche Elneny e Todibo

Oltre a Zlatan Ibrahimovic ora il Milan starebbe valutando anche l’arrivo di un rinforzo per reparto a partire dalla difesa che sarà orfana di Duarte fino al mese di marzo: il centrale selezionato da Massara e Maldini è Jean-Clair Todibo, classe ’99 del Barcellona, in uscita dal club blaugrana con la formula del prestito con diritto di riscatto intorno ai 20 milioni di euro.

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy