Giovanni Galli: «Juventus-Milan? Lo stop ha rimescolato le carte»

Juventus-Milan
© foto www.imagephotoagency.it

Venerdì andrà in scena allo Stadium la sfida di ritorno della semifinale di Coppa Italia tra Juventus-Milan e Galli ha voluto dire la sua

Ecco le parole di Giovanni Galli in esclusiva a Juventusnews24 in merito alla partita di Coppa Italia che andrà in scena venerdì tra Juventus e Milan.

Significato della partita – «Partiamo dal presupposto che si riparte con una partita che ha rappresentato il grande scontro degli ultimi 30 anni. Anche quando giocavo al Milan, la partita contro la Juve è sempre stata molto sentita. Si riparte con una sfida ad altissimo livello: sappiamo bene quello che è successo negli ultimi mesi, per cui riprendere con Juve-Milan e Napoli-Inter è il massimo che potevamo chiedere».

C’è qualcuno favorito? «Il risultato favorisce certamente la Juventus, visto l’1-1 dell’andata e il ritorno da disputare in casa. Sono 90′ però, dopo due mesi e mezzo di stop, per cui le incognite sono tante. Guardando i valori in campo, i bianconeri sono assolutamente favoriti, anche in virtù della struttura della squadra. Al Milan poi mancano due giocatori importanti per squalifica».

Aspettative rispettate o meno da Pioli? «Qualche punto in più magari sì, però c’è da dire che la rosa di oggi del Milan è frutto di quattro direzioni tecniche diverse: quella di Galliani, di Mirabelli e Fassone, di Leonardo, di Maldini e Boban. La bravura di Pioli è stata quella di far rendere al massimo i propri giocatori mettendoli a loro agio nelle rispettive posizioni. Non è così automatico però, non era così semplice mettere insieme calciatori frutto di quattro teste differenti».