Conti, che ritorno: secondo assist in tre partite. È lui l’arma in più per Piatek

Conti
© foto www.imagephotoagency.it

Conti è la cartuccia in più nella pistola di Piatek: il terzino è già al secondo assist in tre partite con il Milan

Andrea Conti ieri è stato chiamato a disputare praticamente l’intero match tra Genoa e Milan al Marassi subentrando al posto dell’infortunato Zapata. La prestazione dell’ex terzino dell’Atalanta è stato di grande spessore come sottolineato dall’assist vincente fornito a Fabio Borini nel secondo tempo e le frequenti sovrapposizioni fatte alle spalle di Suso che hanno permesso al Milan di aumentare notevolmente la propria pericolosità offensiva. Per Conti si tratta inoltre del secondo assist (dopo quello fornito a Cutrone sempre a Genova contro la Sampdoria) in tre partite, un ruolino di marcia invidiabile che porta il suo nome nuovamente d’attualità nelle strategie tattiche future di Gennaro Gattuso.

Dotato di un ottimo passo e di un piede destro davvero preciso, Conti potrebbe sin da subito tornare ad essere uno dei terzini destri più forti dell’intero campionato. Una vera e propria manna per Gattuso e il Milan (ma anche la Nazionale di Mancini) da sempre alla ricerca di un esterno basso capace di immettere cross precisi nell’area di rigore avversaria. Conti è proprio questo: un’ ala instancabile, bravo a difendere e fortissimo quando è il momento di attaccare. In un 4-3-3 che detiene nel reparto avanzato due attaccanti esterni chiamati ad accentrarsi per cercare conclusioni o assist, Conti rappresenterebbe il valore aggiunto cioè quel giocatore che, sfruttando il tracciato lasciato sgombero dal movimento dei compagni, sa e può raggiungere con facilità il fondo per immettere palloni pericolosi per gli attaccanti. Ciò che è mancato con Higuain, ma non è una scusante, ciò che invece ci sarà con Piatek. Il Pistolero avrà un arma in più nella propria fondina.