Caos Benzema: l’intermediario conferma l’incontro col Milan ma il calciatore smentisce

Benzema
© foto www.imagephotoagency.it

L’intermediario di Benzema ha confermato di aver incontrato i dirigenti rossoneri ma il calciatore smentisce

Nella giornata di ieri vi abbiamo riportato la notizia lanciata da SkySport di un incontro tenutosi a Milano tra un intermediario di Karim Benzema e Massimiliano Mirabelli, attuale direttore sportivo del Milan per valutare un eventuale passaggio della punta francese del Real Madrid in rossonero. La news smentita inizialmente dal procuratore del calciatore (leggi qui il botta e risposta sui social) ha avuto un rilancio ‘social’ da parte di Gianluca Di Marzio che negli ultimi minuti, a conferma della propria esclusiva, ha voluto riportare le parole dell’intermediario interessato Ludovic Fattizzo che ha così ammesso: «É vero, ho incontrato i dirigenti del Milan insieme ai rappresentanti di Karim Benzema. Però non posso aggiungere altro». Esiste dunque un principio di trattativa, suggellato dal contatto di qualche giorno fa, tra il Milan e Karim Benzema? La risposta la fornisce il calciatore francese che attraverso una storia su Instagram afferma di non conoscere tale Fattizzo e che le sue parole non siano altro che una menzogna.

Benzema instagram
Instagram @KarimBenzema

Ciò che è certo è che almomento nessuno dei dirigenti del Milan ha avuto colloqui con i dirigenti del Real Madrid, club titolare del cartellino del francese, che dopo la cessione di Cristiano Ronaldo alla Juventus sembrerebbero valutare una vera e propria rivoluzione nel reparto avanzato. La valutazione che il club merengues fa di Benzema è di circa 40 milioni di euro, il 30enne transalpino nell’ultima stagione ha collezionato 47 presenze e totalizzato 12 gol e 11 assist. Benzema tuttavia non è l’unico obiettivo di calciomercato del Milan che nel reparto avanzato valuta anche i nomi di Alvaro Morata dal Chelsea e Gonzalo Higuain della Juventus.

Articolo precedente
FassoneBagarre Fassone-Elliott: l’ex ad rimosso dal ruolo per “giusta causa”
Prossimo articolo
Montolivo-Milan: è rottura, Gattuso lo lascia a casa