Connettiti con noi

HANNO DETTO

Conferenza Pioli: «Ibrahimovic non sarà disponibile per le prossime due partite»

Pubblicato

su

Pioli

Conferenza Pioli, le parole del tecnico rossonero alla vigilia di Torino-Milan. Match infrasettimanale di Serie A

GUARDA LA CONFERENZA DI PIOLI

Intervenuto in conferenza stampa, Stefano Pioli, tecnico del Milan, ha parlato della sfida programmata per domani contro il Torino: «Credo che una delle nostre qualità in tutta questa stagione sia stata l’equilibrio. Da ieri mattina siamo concentrati sul match di domani, le partite sono tutte difficili perchè l’avversario di domani è molto diverso da quello di domenica».

SU IBRAHIMOVIC – «L’unica nota stonata è stato l’infortunio di Zlatan, non sarà disponibile domani e domenica. Ha subito una distorsione al ginocchio».

SU BRAHIM DIAZ – «Ha determinate caratteristiche, la partita di domani sarà molto diversa da quella di domenica».

SU DONNARUMMA – «Gigio è un professionista, attaccatissimo alla nostra situazione e concentrato sulle prossime partite. Il 24 maggio si tireranno le somme, fino a quel momento nessuno parlerà del suo futuro. Lui e Ibra sono importantissimi per la squadra, ma conta il collettivo non il singolo».

SU REBIC – «La reazione giusta è quella che ha avuto Ante domenica. Lui è un titolare del Milan, lo sa bene, ma poi io preparo la gara in base a quello che penso sia meglio per la squadra. Chiunque vuole giocare e quindi è giusto che chi non gioca sia incazzato. Io ho sempre detto ai miei giocatori che devono sempre aiutare la squadra e avere grande spirito di sacrificio. Rebic non era contento, ma è entrato molto bene. Io faccio le scelte in basa alla partita che vogliamo fare».

SUL TORINO – «Non ho paura dell’euforia, ma sono sempre preoccupato prima delle partite. Non so se il Torino ci aspetterà o ci verrà a prendere più avanti, noi dobbiamo fare la nostra partita, dobbiamo proseguire sulla prestazione di domenica sera. Servirà lo stesso spirito, siamo nel momento decisivo della stagione».

MILAN SENZA IBRA –« L’obiettivo è mettere in campo le nostre qualità e sfruttarle. Rebic ha altre caratteristiche rispetto a Ibra per esempio. Domenica siamo stati bravi ad attaccare la profondità, abbiamo giocatore bene tra le linee. Gli avversari non possono chiudere tutti gli spazi, noi dobbiamo essere pronti e attenti a sfruttare gli spazi. Una squadra matura fa le scelte giuste nei momenti giusti e domenica lo abbiamo fatto».

Advertisement