Berlusconi torna a parlare del Milan «Giampaolo? Molto bravo»

Berlusconi
© foto SportReview

Berlusconi da Lugano torna a parlare del suo vecchio Milan e stavolta dinnanzi i microfoni di Carlo Pellegatti, anche lui cuore rossonero

Berlusconi non smette mai di far parlar di sé e in questa circostanza ritorna sul discorso tanto a caro a lui: il Milan. In questa occasione l’intervistatore è proprio Carlo Pellegatti, vecchio cuore rossonero. I due si trovano entrambi a Lugano e hanno avuto un’occasione per scambiare due chiacchiere: varie tematiche soprattutto attorno al Monza, di sua proprietà da ormai un anno, e il suo vecchio Milan.

Questo momento del Milan attuale come lo sta vivendo?

«Lo vivo come un momento di passaggio in cui bisogna che il Milan trovi la giusta volontà di puntare in alto e che deve essere sostenuta e realizzata da una giusta dirigenza, è quello che auguro di cuore al mio Milan».

Giampaolo e il 4-3-1-2?

«No, devo parlare, ho tanti consigli e tante cose da suggerirgli. Lui è bravo, ho visto come si è comportato con le precedenti squadre e sono sicuro che è una persona che saprà fare proprie alcune mie considerazione che sono venute da tanti anni di esperienza al Milan. Anche il modulo è importante, ci sono anche altre caratteristiche di gioco che io penso che possa sottolineare a lui, probabilmente le conosce già ma magari se le riconferma sentendole da me».

Riuscire ad organizzare un Monza-Milan amichevole, per adesso amichevole?

«Si, per ora non abbiamo pensato a farlo perchè io vorrei che il Monza prima cominciasse a giocare come noi vogliamo che giochi, e riteniamo che sia qualcosa che si ottiene con degli allenamenti impegnativi. Quindi quando riterremo che il Monza sia in grado di non sfigurare di fronte a una squadra di Serie A, importante come il Milan, chiederemo al presidente del Milan la possibilità di un amichevole».