Bakayoko: «Felice che i tifosi mi apprezzino. Con Piatek siamo più forti»

Bakayoko
© foto www.imagephotoagency.it

Bakayoko parla della propria crescita individuale nei sei mesi al Milan e racconta alcuni aneddoti su Kessié e Piatek

Al centro di diverse voci che lo vorrebbero nuovamente al Milan, questa volta a titolo definitivo, a giugno Bakayoko ha parlato anche ai microfoni del canale tematico rossonero: «Penso che tutti i tifosi abbiano cambiato opinione su di me e questo mi fa molto piacere. Sono molto felice. La squadra gioca bene, stiamo migliorando molto, nelle ultime partite non abbiamo subito gol e penso che dobbiamo continuare così e lavorare sodo fino alla fine della stagione. Sono amico di tutti! Sono una persona che lega con tutti, non ho problemi con nessuno, vado d’accordo con tutti i compagni».

La sua crescita – «Rispetto a due mesi fa conosco meglio i miei compagni  e i miei compagni conoscono meglio me. Sto lavorando tanto per essere utile alla squadra e sono contento di giocare bene in questo periodo. Sono molto umile. Se sono qui è perché la squadra sta giocando molto bene, e se la squadra gioca bene si notano di più anche le singole prestazioni e questo vale anche per me! Ascolto un po’ di musica, cerco di rilassarmi, parlo un po’ con Frank Kessié che è un tipo divertente, e poi mi concentro su come devo giocare. Si può sempre migliorare».

L’obiettivo è crescere sempre – «Sono qui solo da sei mesi, tra tre mesi starò meglio con la mia squadra. Devo solo andare avanti e crescere in ogni allenamento e in ogni partita. Ho preparato qualcosa di speciale per il primo gol, sarà una sorpresa… Non posso mostrarlo adesso».

Su Piatek – «Piatek è’ un giocatore veloce, intelligente e si è integrato subito nella squadra. Ha segnato due gol contro il Napoli, sono molto felice per lui, penso che anche grazie a lui potremo finire tra le prime quattro».

Il suo modello – «Come modo di giocare somiglio più a Viera: alto, forte e molto dotato tecnicamente… preferisco questo tipo di giocatore. Voglio solo ringraziare tutti i tifosi, per avere fiducia in me! Tutta la squadra ha bisogno di loro per finire nelle prime posizioni».

Articolo precedente
strakoshaCoppa Italia, eroico Strakosha che ora sfida il Milan
Prossimo articolo
Infortuni Biglia e Caldara, ecco quando torneranno